Quantcast

Alla Pineta di Milano Marittima l’incontro “La cura dello sguardo” con il poeta Franco Arminio

Il Progetto “Welfare dell’Aggancio – Più delle sentinelle l’aurora” di Cervia ha lo scopo di valorizzare nella comunità la cultura dell’ascolto e la sensibilità alle situazioni di fragilità, per aiutare e sostenere persone in difficoltà, con la consapevolezza che ognuno di noi è una risorsa importante per la propria comunità.

In tale ottica ripartono le testimonianze per la stagione 2021: incontri con personalità dell’accademia, della scienza e della cultura che con linguaggi e sguardi da mondi differenti riflettono sulla cultura e le parole del Progetto Sentinelle.

Il primo incontro si terrà sabato 15 maggio, alle ore 10,30 e vedrà protagonista il poeta Franco Arminio con l’intervento dal titolo La cura dello sguardo, presso la Pineta di Milano Marittima a fianco allo Stadio dei Pini “Germano Todoli” (Viale Ravenna).

Per partecipare è obbligatoria la prenotazione ai seguenti recapiti: tel. 0544 979266-979193; mail progettosentinelle@comunecervia.it. L’evento verrà trasmesso anche in diretta Facebook dalla pagina WelfareAggancioCervia.

Franco Arminio è nato e vive a Bisaccia, in Irpinia d’Oriente. Ha pubblicato una ventina di libri. Ricordiamo, tra gli altri, Vento forte tra Lacedonia e Candela (Laterza), Terracarne (Mondadori), Cartoline dai morti (Nottetempo), Geografia commossa dell’Italia interna (Mondadori), Cedi la strada agli alberi (Chiarelettere), Resteranno i canti (Bompiani), L’infinito senza farci caso (Bompiani).

Si occupa anche di documentari e fotografia. Come “paesologo” scrive sul Corriere della Sera e Il Fatto Quotidiano a difesa dei piccoli paesi. Attualmente, è il referente tecnico del Progetto Pilota della Montagna Materana nell’ambito della Strategia Nazionale per le Aree Interne. Su questo fronte lavora con l’Università di Camerino. Ha ideato e porta avanti La casa della paesologia a Bisaccia e il Festival La luna e calanchi ad Aliano.

Letture tratte da La cura dello sguardo e altri suoi testi
Percorrendo l’Italia palmo a palmo, nella sua paziente auscultazione del mondo, già da tempo Franco Arminio registrava una epidemia in corso: quella dell’autismo corale, che ci vede rinchiusi dietro i nostri piccoli schermi, impegnati in una comunicazione che ha perso ardore e vitalità. Con il suo ultimo libro, La cura dello sguardo, il poeta torna a offrirci le sue parole come fiaccole per illuminare il presente. La cura invocata passa sempre attraverso una lingua che si fa strumento di conoscenza, alla ricerca di una comunicazione, di un senso condiviso, di quella intima vicinanza della quale abbiamo tutti più che mai bisogno. E se non ci sono certezze, se tutti siamo un po’ più fragili, a curarci sopraggiunge la fiducia nella capacità delle parole di unire i nostri sguardi per fare comunità, per dare coraggio al bene.

Il progetto “Più delle sentinelle l’aurora – Welfare dell’Aggancio” è promosso dall’Assessorato alle Politiche sociali del Comune di Cervia. Avviato nel 2013 si inserisce all’interno del percorso Community Lab della Regione Emilia Romagna. L’idea alla base dell’iniziativa, che ha lo scopo di valorizzare nella comunità la sensibilità all’ascolto e alla percezione di situazioni di fragilità, è quella di coinvolgere oltre ai professionisti e ai tecnici del sociale e della sanità, anche interlocutori “insoliti”, persone apparentemente lontane dal lavoro sociale, ma che o per la loro professione o per predisposizioni possono essere “sentinelle” in caso di situazioni sociale critiche.