Quantcast

Due concerti in piazza a Sant’Agata sul Santerno, in omaggio al liutaio Custode Marcucci

Sant’Agata sul Santerno omaggia il liutaio Custode Marcucci nel 70esimo anniversario dalla morte con due giornate in musica in piazza Mons. Rambelli.

Sabato 5 giugno alle 18 le scuole di musica “Custode Marcucci” di Sant’Agata, “Do.Re.Mi” di Bagnacavallo e “Amici della scuola e della musica” di Lugo rendono omaggio a Marcucci, accompagnati da interventi recitativi di Paolo Parmiani. Dalle 16.30 alle 19.30 in piazza Garibaldi (di fianco al municipio) sarà allestito un servizio filatelico con annullo speciale per celebrare l’evento, in collaborazione con Poste Italiane.

Domenica 6 giugno alle 18 ci sarà il concerto di Enrico Gramigna (violino), Antonio Cortesi e Sebastiano Severi (violoncello), con strumenti originali fabbricati da Marcucci; eseguiranno musiche di Haydn, Reicha, Cirri, Romberg e Mozart, accompagnati da interventi di Gianni Parmiani.

“Dopo la registrazione del concerto in municipio in occasione dei festeggiamenti per la patrona, finalmente torniamo ad assistere in presenza a due giornate di musica classica eseguite dal vivo – sono le parole dell’assessora alla Cultura Elisa Sgaravato – . La musica è da sempre colonna sonora del nostro quotidiano; associamo momenti piacevoli e spiacevoli a un determinato brano musicale; l’ascolto dal vivo ci permette di vivere in prima persona emozioni e sensazioni che una semplice registrazione non ci può dare. Siamo felici di riappropriarci dei nostri spazi cittadini per condividere nuovamente la bellezza di un vero concerto”.

L’ingresso è gratuito con prenotazione entro giovedì 3 giugno al 353 4276361 (nelle fasce orarie dalle 10 alle 12.30 e dalle 17 alle 19.30), oppure inviando una mail indicando nome, numero partecipanti e telefono cellulare a storiaememoria.bassaromagna@gmail.com.
Le iniziative sono organizzate dal Comune di Sant’Agata sul Santerno, con il contributo della Regione Emilia-Romagna, il patrocinio dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna e della Provincia di Ravenna, in collaborazione con il centro sociale Ca’ di cuntaden, l’associazione Compagni della scuola, Avis e Pro Loco.