Quantcast

Faenza, una conversazione con Emanuela Penni e Ivan Simonini su Dante e i mosaici

Più informazioni su

Si terrà martedì 8 giugno alle ore 17.00 presso la Chiesa di Santa Maria dell’Angelo a Faenza, una conversazione su Dante e i mosaici, tra Ravenna e Torcello, insieme a Emanuela Penni, docente di iconografia all’Istituto Superiore di Scienze Religiose di Forlì e a Ivan Simonini, scrittore e presidente delle Edizioni del Girasole, entrambi autori di libri che indagano il rapporto tra i mosaici bizantini di Ravenna e Venezia e l’influenza che questi hanno avuto su Dante nella composizione della Divina Commedia. A guidare la conversazione sarà la prof.ssa Michela Dal Borgo, responsabile del Settore Apostolato Biblico della Diocesi di Faenza- Modigliana.

L’incontro è inserito all’interno del calendario di eventi culturali pensato in occasione della mostra di Felice Nittolo Dante è vivo, cento opere per cento canti, a cura del Museo Diocesano di Faenza. Nell’occasione sarà possibile visitare anche la mostra. Ingresso libero, nel rispetto delle normative anti Covid-19.


NOTE BIOGRAFICHE DEGLI AUTORI

Ivan Simonini, nato a Modena nel 1949, da mezzo secolo vive a Ravenna. Come assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Ravenna dal 1988 al 1991, ha promosso la nascita della Fondazione Flaminia che in quel triennio riportò a Ravenna l’università con i nuovi corsi di laurea in Beni Culturali e Scienze Ambientali. Come scrittore ha tra l’altro pubblicato: La basilica degli specchi. Ravenna e i ravennati nella letteratura universale (1993), Mille e una Eva. Dialogo di Aladino con il genio e la zingara (2001), Il soldino. Paradossi e profezie (2005), I mosaici ravennati nella Divina Commedia (2021, seconda edizione riveduta, accresciuta e capovolta). Attualmente è presidente delle Edizioni del Girasole, la più antica casa editrice ravennate oggi in attività.

Emanuela Penni ha studiato al Liceo Classico Morgagni di Forlì e si è laureata in Lettere Classiche a Bologna con una tesi su  S. Apollinare Nuovo. Ha poi conseguito il diploma di specializzazione e il dottorato di ricerca in Archeologia Tardo-antica e Medievale. Insegna nelle scuole medie superiori e all’Istituto Superiore di Scienze Religiose delle Diocesi di Ravenna, Cesena, Imola, Faenza, Forlì. Ha partecipato a campagne di scavo a Rimini, al Canale Emiliano Romagnolo, a Senigallia, a Savignano sul Rubicone e a Classe. Tra le sue varie pubblicazioni: “La Basilica di Sant’Apollinare Nuovo di Ravenna attraverso i secoli” (2004),  “L’arianesimo nei mosaici di Ravenna” (2011), “La liturgia diventa arte: il Battistero Neoniano e la Cattedra di Massimiano a Ravenna” (2017). Ora, questo viaggio con Dante a Torcello, nel triangolo magico Bisanzio-Ravenna-Venezia.

Più informazioni su