Quantcast

Lugo. Una nuova installazione e un docu-film per festeggiare i 40 anni di Edilpiù

Più informazioni su

Una nuova opera e la proiezione di un docu-film sono in arrivo a Lugo in occasione dei 40 anni di Edilpiù, azienda con sedi a Lugo, Ravenna, Imola e Forlì. Nel giardino della Rocca Estense, giovedì 17 giugno alle 18.30 sarà inaugurata Lunette, un’inedita installazione creata dall’architetto e illustratore italiano con base a Barcellona, Federico Babina. Nella stessa sera, alle 21, nel Chiostro della Chiesa del Carmine di Lugo, sarà invece proiettato in anteprima “Openings. Sguardi oltre il limite”, il film documentario diretto dalla regista e curatrice di design Francesca Molteni e da Mattia Colombo, prodotto da Edilpiù. Il docu-film tornerà poi anche in una particolare cornice, quella del Pavaglione, in occasione del Ravenna Festival, il 19 luglio. Le iniziative sono state presentate in conferenza stampa martedì 8 giugno. Per l’occasione sono intervenuti il sindaco di Lugo Davide Ranalli, Marcello Bacchini per Edilpiù, Roberto Bosi per Proviaggi Architettura e Federico Babina, architetto e progettista di Lunette.30

L’azienda leader nel settore di serramenti di alta qualità, nell’anno in cui festeggia il 40esimo anniversario, offre dunque alla città di Lugo inedite iniziative. Tra questi c’è “Openings”, un progetto culturale e artistico dedicato alla scoperta di uno dei temi cari all’azienda, il concetto di soglia, di apertura e di relazione tra interno ed esterno.

“Volevamo creare un progetto non autoreferenziale per abbracciare un pubblico più vasto oltre a quello di settore, che fosse un generatore di coscienza, storie e cultura — racconta Marcello Bacchini, alla guida di Edilpiù al fianco del fondatore Gian Paolo Bacchini e di Antonio Bacchini -. Unire così grazie a Openings racconto, documentazione, arte e architettura nella celebrazione di un percorso di storia imprenditoriale legato a tradizione, territorio e innovazione”.

“Quello di ‘soglia’ è un concetto che accompagna la storia da sempre – commenta il sindaco di Lugo Davide Ranalli -; troviamo quindi molto importante che Edilpiù abbia deciso di dedicare a questo tema le diverse iniziative organizzate in occasione di un importante anniversario raggiunto: i 40 anni dalla sua fondazione. Quarant’anni in cui è cambiato il corso della storia, in cui siamo passati attraverso diverse ‘soglie’, spartiacque che ci hanno portato in epoche diverse. La capacità di fare impresa di un’azienda si vede anche dalla volontà di mettersi a disposizione del territorio ed Edilpiù in occasione dei suoi 40 anni di storia ha avuto un’idea meravigliosa: regalare alla nostra città un’opera che tutti potranno godere. ‘Lunette’ rappresenterà un nuovo elemento architettonico all’interno di una piazza, quella davanti alla Rocca, che ci offre ogni giorno testimonianze provenienti da quasi mille anni di architettura e lo fa proprio quando, ancora una volta, siamo su una nuova soglia, quella in cui ci troviamo ad aspettare che la pandemia termini e ci prepariamo ad affrontare il futuro”.

La prima iniziativa vedrà la comparsa in pieno centro dell’opera Lunette di Federico Babina, che esplora il concetto di finestra, a partire da una più ampia riflessione sull’architettura e sugli elementi che la compongono. “Le finestre sono gli occhi dell’architettura”, così Babina invita, attraverso le articolate aperture di Lunette, a guardare all’abitare con uno sguardo diverso e a curiosare all’interno dell’installazione come spesso accade nelle passeggiate cittadine di sbirciare gli interni domestici, per ripensare la finestra come una cornice in grado di delimitare ed enfatizzare le storie e i paesaggi che la circondano.

Due le occasioni per guardare il film documentario “Openings. Sguardi oltre il limite”: il 17 giugno e il 19 luglio. In quest’ultima data la proiezione è in programma nel quadriportico lughese alle 21.30 nel corso di una serata dedicata alla solidarietà: l’incasso sarà infatti interamente devoluto all’associazione Emergency Ong Onlus. La proiezione sarà anticipata dall’intervento di alcuni dei protagonisti del progetto Openings, moderato da Giorgio Tartaro, e indagherà a 360 gradi il tema della soglia abbracciando architettura, musica, sport, arte e territorio.

Il docu-film è un viaggio lungo la Via Emilia, una tra le più belle strade al mondo e lunghissima soglia tra due sponde della stessa regione, per divenire un film corale, fatto di riflessioni e contemplazioni, capace di offrire allo spettatore gli spunti per riconoscere – le prossime volte che si troverà sulla soglia – le infinite possibilità nascoste dietro una così piccola porzione di spazio. Protagonisti del docu-film, architetti italiani e internazionali, da Alvaro Siza a Cino Zucchi e Alfonso Femia, il fotografo Guido Guidi, gli sportivi Andrea Stella e Davide Cassani, la presidente di Emergency Rossella Miccio e una figura di riferimento per il territorio romagnolo, Raoul Casadei.

Openings non vuole essere soltanto la celebrazione del passato, ma soprattutto il tracciamento della strada del futuro. In un momento in cui l’inaspettata pandemia ha cambiato gli ambienti di vita, ridefinito i confini dell’abitare e della condivisione, Edilpiù vuole dare un segnale di respiro, di relazione e dialogo servendosi del linguaggio espressivo dell’architettura.

Oltre ai due interventi artistici, Lunette e “Openings. Sguardi oltre il limite”, Edilpiù presenta anche un nuovo progetto editoriale: una rivista – disponibile al link www.issuu.com/edilpiu – che raccoglie storie di persone alla costante ricerca del “fare meglio”, che hanno attraversato molte soglie, superato ostacoli, messo in discussione sé stesse, contaminando e arricchendo il loro percorso professionale fino a dare vita a progetti di architettura, fotografia, illustrazione che sono anche parte della quarantennale storia di Edilpiù.

Più informazioni su