Quantcast

Paolo Cevoli porta “La sagra famiglia” al Teatro Masini di Faenza. E lunedì comincia la rassegna estiva

Più informazioni su

Sabato 12 e domenica 13 giugno alle ore 21 doppio spettacolo di PAOLO CEVOLI protagonista de “La sagra famiglia” sul palco del Teatro Masini di Faenza. La pièce (già sold out entrambe le serate) è diretta da Daniele Sala. Paolo Cevoli racconta la sua storia personale di padre e di figlio paragonata con ironia e leggerezza ai grandi classici.

Edipo, Ulisse, Achille, Enea e compagnia bella. Fino ad arrivare a Dio in persona con Mosè e il popolo ebraico. E il figliol prodigo, un giovane scavezzacollo che, nonostante tutto, il Padre ha riaccolto a braccia aperte. Addirittura uccidendo il vitello grasso, il quale, poverino, che colpa ne aveva? Per dire cose serie senza prendersi sul serio. Per raccontare la Sagra famiglia. Che, come tutte le Sagre di paese, soprattutto in Romagna, finiscono sempre in ridere.

Masini Teatro Sicuro

Per riaprire in sicurezza e in ottemperanza alle normative anti-Covid, vi ricordiamo le regole tutt’ora valide per l’accesso a Teatro (obbligo di indossare la mascherina per tutta la durata dello spettacolo; capienza contingentata al 50% dei posti disponibili, distanziamento interpersonale), oltre a queste ulteriori novità: sarà rilevata la temperatura all’ingresso (almeno fin quando obbligatorio) e non sarà consentito l’accesso a persone con temperatura superiore a 37.5°; obbligo di comunicazione dei dati personali, se non già comunicati (nome, cognome, numero di telefono), che saranno conservati per 14 giorni dalla data dell’evento; mascherina chirurgica o superiore (es. FFP2, mentre non sono ammesse mascherine di stoffa). Info: 0546 21306 – www.accademiaperduta.it

Teatro Masini Estate

Prende ufficialmente il via, lunedì 14 giugno alle ore 21.15, l’edizione 2021 di Teatro Masini Estate. La Stagione sarà inaugurata con la storica rassegna Teatro Ragazzi nella Molinella, per la quale la compagnia Teatro Telaio presenterà la pièce Storia di un bambino e di un pinguino, interpretata da Michele Beltrami e Paola Cannizzaro, per la regia di Angelo Facchetti.

C’è un bambino che un giorno trova un pinguino davanti alla porta di casa. Un pinguino che sembra davvero molto molto triste. Probabilmente si è perso e il bambino cerca di capire da dove arriva, cosa vuole: “perché è triste questo pinguino?” Il bambino decide di trovare il modo di riportarlo a casa, costruisce una barca e affronta con lui il lungo viaggio verso il Polo Sud, perché, come tutti sanno, i pinguini vivono al Polo Sud. Ma se non fosse quello di tornare a casa il suo primo desiderio?

Una storia buffa per parlare di mondi sconosciuti che si incontrano, della difficoltà di comunicare e comprendere chi è altro da noi, di un oceano da solcare per far crescere in noi affetto ed amicizia. E così diventare grandi. Come nasce un dialogo? Sono così importanti le parole? Tra mille gesti che restano incompresi e piccole gag surreali, continui fraintendimenti, alcuni enormi, altri apparentemente insignificanti, tra mille avventure e tempeste, i due arriveranno alla fine del loro viaggio. Ma un viaggio può veramente avere una fine?

Biglietti: 5 euro; gratuità per bambini 0-3 anni. Prenotazioni telefoniche (0546 21306): dalle 11 alle 13. Vendita online su Vivaticket da domenica 13 giugno. Nella sera di spettacolo la Biglietteria nel Voltone della Molinella aprirà un’ora prima dell’inizio della rappresentazione. In caso di maltempo, lo spettacolo andrà in scena all’interno del Teatro Masini. Info: 0546 21306 – www.accademiaperduta.it

Più informazioni su