Quantcast

Seconda giornata del Festival Corti da Sogni – Antonio Ricci: in gara i ravennati Rigolò con il videoclip “Two tickets to fly”

Seconda giornata per la 21esima edizione del Festival Corti da Sogni – Antonio Ricci in programma all’arena del Sole di Lido di Classe. La biglietteria aprirà alle 20,45 mentre le proiezioni prenderanno il via alle 21,30 (biglietto di ingresso alla singola serata: 2 euro).

Il programma di domenica 20 giugno si apre con il toccante “Der watcher” in cui il regista austriaco Albin Wildner racconta le difficoltà di Raphael, disoccupato da diverso tempo, che ha accettato un impiego come guardia notturna. Wildner firma una bellissima opera dedicata a tutti coloro che con coraggio affrontano tempi difficili sia economicamente che emotivamente.

Tra gli appuntamenti imperdibili della serata c’è “Inverno”, con il quale il giovane regista Giulio Mastromauro – già ospite del Festival Corti da Sogni 2019 – ha trionfato al David di Donatello e ha raccolto oltre 30 riconoscimenti nel mondo, risultando il cortometraggio italiano più premiato del 2020. Protagonista dell’opera è Timo, il più piccolo di una comunità greca di giostrai che si trova ad affrontare, insieme ai suoi cari, l’inverno più duro.

Sul fronte della sezione “Frequenze in corto” scende in gara la band ravennate dei Rigolò che presenta il videoclip “Two tickets to fly” firmato dal regista, e anche componente del gruppo, Andrea Carella. Un piccolo quadro impressionistico con immagini fortemente evocative, costruite con i suoni e i duetti canori sussurrati dai protagonisti.

Dalla Cina arriva il magnifico “Carry my heart to the Yellow River” di Alexis Van Hurkman che racconta di un solitario tour in bicicletta di una ragazza di nome Jing Yi’s. Originariamente Yi’s avrebbe dovuto pedalare insieme alla sua più grande amica che però è ricoverata all’ospedale in gravi condizioni. Yi’s non si arrende e troverà il modo di aiutare la sua amica.

A chiudere la giornata sarà il divertente e tarantiniano “The cocaine famine” dell’irlandese Sam Mc Mullen. Protagonisti di questa commedia nera sono tre improbabili giovani che attraverso le loro follie raccontano del problema della cocaina e dell’inutilità dei nazionalismi.

Per il cinema d’animazione è in programma il francese “028” firmato dai registi Caussé, Collin, Grardel, Marchand, Merle e Meyran. Il corto è ambientato a Lisbona dove una coppia di sposi tedeschi sta per salire a bordo della mitica tramvia n° 28. Ma la tranquilla escursione si trasforma in una spettacolare corsa per vie della capitale portoghese.

La manifestazione è organizzata dal circolo Sogni in collaborazione con il Comune di Ravenna – Assessorato alla Cultura, con la Uicc, con il sostegno della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna e con la collaborazione dell’associazione Solaris.