Quantcast

Lido di Classe. Prosegue il Festival Corti da Sogni all’Arena del Sole

Corti da Sogni prosegue mercoledì 23 giugno il suo viaggio intorno al mondo proponendo una nuova giornata in cui si potranno ammirare opere provenienti da Iran, Arabia Saudita, Moldavia, Spagna, Germania, Italia, Russia e altri paesi ancora. L’appuntamento è sempre all’Arena del Sole di Lido di Classe che nelle prime giornate ha ospitato un pubblico numeroso e appassionato. “Siamo molto soddisfatti dalla risposta del pubblico – commenta il Circolo Sogni -; dopo il lungo stop imposto dalla pandemia, abbiamo ritrovato persone appassionate e affezionate al nostro festival. Vedere la sala con tanti spettatori, sempre nel rispetto di tutte le normative anticovid, è la migliore risposta possibile al periodo di forzato riposo. Il festival ora entra nel vivo e mercoledì sarà assegnato un primo riconoscimento che giunge al termine di un progetto cinematografico condotto dal circolo Sogni nelle scuole del territorio”.

Mercoledì 23 giugno sarà decretato il vincitore della categoria Film School. In sala saranno presenti gli studenti del liceo scientifico Oriani di Ravenna, che hanno partecipato, con il coordinamento della professoressa Angela Malfitano, ai laboratori organizzati dal circolo Sogni e che poi sono diventati i giovani giurati della sezione in concorso.

Dalle 21,30 è previsto l’avvio delle proiezioni. Il primo corto in gara è Stain del regista iraniano Shoresh Vakili che racconta la storia di un reduce dalla guerra che, una volta tornato alla vita civile, lavora come proiezionista in un cinema. Il suo passato però tornerà a tormentarlo quando scopre una misteriosa macchia di sangue sullo schermo delle proiezioni.

A seguire è il programma il corto d’animazione Sigh del regista moldavo Vlad Bolgarin. Il corto invia un messaggio di speranza contro la monotonia della vita e delle giornate sempre uguali vissute dal protagonista.  Dietro l’angolo c’è sempre qualcosa che saprà sorprenderci e restituirci entusiasmo.

Hello my dears del russo Alexander Vasiliev racconta l’amore per i gatti di un’anziana che ormai si sente terribilmente sola. I felini le tengono compagnia e diventano protagonisti di un mondo meraviglioso.

Il programma prosegue con il thriller ad alta intensità di A sister di Delphine Girard (Belgio). Una notte, un’automobile e una ragazza in pericolo. Per uscire salva da una situazione molto pericolosa, Alie dovrà fare la chiamata più importante della sua vita.

Seguirà l’evento speciale fuori concorso Unfair Judgement firmato dal regista ravennate Gerardo Lamattina e il cortometraggio Ertidad di Mohammed Alhamoud  che ci porterà in Arabia Saudita, dove una coppia di giovani futuri sposi fa la sua prima visita alla città natale dell’uomo in un piccolo villaggio saudita meridionale dove celebreranno il loro matrimonio.

Il programma prosegue con il videoclip Fucking down di Amanda Lago (Spagna) e il divertente cortometraggio italiano Fulmini e saette di Daniele Lince in cui è protagonista la Donna Saetta (l’affermata attrice italiana Carolina Crescentini) che può muoversi a velocità supersonica e teletrasportarsi, vigilando sulla città e i suoi abitanti. Ma per affrontare la vita di tutti i giorni a volte i poteri non bastano. A seguire vedremo il corto d’animazione italiano Blu in cui il protagonista è un bambino davvero speciale. Un colpo di vento, uno schizzo d’acqua e uno sguardo complice: basteranno per cambiare la vita del piccolo?

La serata sarà chiusa dalla proiezione dal videoclip Handarbeit (Cover up) di Marie-Amélie Steul (Germania).

La manifestazione è organizzata dal circolo Sogni in collaborazione con il Comune di Ravenna – Assessorato alla Cultura, con la Uicc, con il sostegno della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna e con la collaborazione dell’associazione Solaris.