Quantcast

Incontri con gli Autori a Cervia. Doppia presentazione con Luca Sommi e Alberto Cassani

Proseguono gli Incontri con gli Autori a Cervia nell’ambito della rassegna Cervia, la spiaggia ama il libro. Doppia presentazione nella serata di oggi, venerdì 23 luglio: alle 21.30 presso il Giardino Grand Hotel Cervia Luca Sommi, giornalista e scrittore presenta Il Cammin di nostra vita (ed. Baldini + Castoldi). Sul palco anche Alberto Cassani, scrittore, già Assessore alla Cultura del Comune di Ravenna che presenterà Una giostra di duci e paladini – ed. Baldini + Castoldi. Conduce Davide Turrini, giornalista del Il Fatto quotidiano

Durante gli incontri sarà possibile acquistare i libri presentati e, al termine, è in programma il momento del ‘Firmacopie’ per il quale è necessario munirsi di mascherina e mantenere il distanziamento nel rispetto delle normative in vigore.

Nel rispetto delle normative sanitarie in vigore, gli ingressi saranno limitati ai posti a sedere. Si prega di munirsi di mascherina. In caso di maltempo gli incontri si svolgeranno all’interno del Grand Hotel di Cervia.

IL CAMMIN DI NOSTRA VITA
Se è vero, come si dice, che un classico è tale perché non smette mai di essere attuale, la Divina Commedia non può non esserlo. Anzi, ne rappresenta forse l’esempio più lampante ed emblematico della storia della letteratura. Amatissima, citatissima, ma spesso purtroppo fraintesa, dopo settecento anni questo capolavoro non smette di incuriosire e appassionare lettori di tutto il mondo. Dante ci fa emozionare per la tragica storia d’amore di Paolo e Francesca e ci spaventa con la mostruosità di Lucifero; ci conduce attraverso le atmosfere cupe e grottesche dell’Inferno, la salita al Purgatorio, fino alla luce e allo splendore del Paradiso; stordisce il lettore moderno con sottigliezze teologiche ma sa infiammarne l’animo con le sue invettive contro l’Italia; ci spiazza con l’enigma drammatico del conte Ugolino e ci eleva con la presenza di Beatrice e Virgilio.
In queste pagine, Luca Sommi ci accompagna lungo questa rilettura della Divina Commedia con chiarezza per spiegare, in sintesi, cosa accade nella più grande opera «mai scritta da un cristiano». Un tributo amorevole e riverente, un libro unico che sorprenderà anche il lettore più esperto.

Luca Sommi è giornalista e critico, si occupa di letteratura, arte e politica. Insegna Linguaggi del giornalismo all’Università degli Studi di Parma e tiene un corso sul racconto d’arte e letterario alla Scuola Holden di Torino. Ha scritto saggi e ha curato diverse mostre, tra queste la grande esposizione dedicata a Correggio nel 2008. Ha ideato e dirige la rivista culturale online ifioridelmale.it. Come autore televisivo ha curato programmi per LA7 e Rai, tra questi Servizio Pubblico di Michele Santoro. Oggi è autore di diversi programmi per la piattaforma Loft e per Nove, canale nel quale conduce, assieme ad Andrea Scanzi, e con la partecipazione di Marco Travaglio, il talk-show Accordi & Disaccordi. Scrive di cultura e politica su «il Fatto Quotidiano».

UNA GIOSTRA DI DUCI E PALADINI
Il giornalista Victor Costa è scomparso. Anche se è ormai sporadica la frequentazione che il professor Walter Savini ha con lui, la telefonata di Carla, l’ex moglie di Victor, lo mette in ansia. Forse perché sono tanti i ricordi che condivide con lui e con gli altri amici che lavorarono al progetto della Città del Teatro, che li aveva uniti all’incirca vent’anni prima. Poi ciascuno aveva preso un’altra strada, come spesso accade, ma avevano cercato di non perdersi di vista. Ancora scosso, Walter decide di chiedere aiuto ai suoi vecchi compagni e consiglio al loro mentore di allora, Amleto Coen. Basterà sentirli, perché le loro vite tornino a incrociarsi nella ricerca dell’amico scomparso.
Nel frattempo, sono già in tanti sulle tracce di Victor, persino i Servizi segreti. Lo cercano perché ha tra le mani delle informazioni che potrebbero danneggiare il governo. E il Capo, l’uomo che è tornato al potere impersonando lo spirito dei tempi e il destino della nazione, non può certo permetterlo.
In un susseguirsi di eventi, tra agenti che pedinano altri agenti, e convegni di aspiranti terroristi, mentre tragedia e farsa si rincorrono, Victor e i suoi amici cercano di non soccombere. In questa giostra di «duci e paladini», che sposta lo scenario della storia da una città di provincia del Nord Italia a Milano, poi a Parigi, fino a Bangkok, per poi tornare in Italia, a Roma e di nuovo nella cittadina di partenza, si intreccia e si dipana un intrigo che coinvolge politica, ambizioni, denaro, amicizie e passioni mai sopite né dimenticate.
Costruito come un romanzo dentro il romanzo, il libro unisce in modo ironico e originale fantapolitica e cronaca di provincia. E alla fine parla delle scelte che riusciamo a fare e di quelle mancate, e di come queste ultime possano poi diventare materia per il racconto.

Alberto Cassani è nato e vive a Ravenna, dove si è sempre occupato di politica e di cultura. È stato Assessore dal 1997 al 2011. Prima aveva diretto il circolo Gramsci della sua città e poi ha coordinato la candidatura di Ravenna a Capitale europea della cultura e le attività di Ravenna capitale italiana della cultura 2015.
L’uomo di Mosca è il suo primo romanzo, un’originale spy story italiana e insieme un viaggio intimo alla ricerca delle radici ideali perdute e della vera immagine del passato.

La rassegna letteraria organizzata dell’Associazione Culturale “Cervia, la spiaggia ama il libro” – con la collaborazione di Confcommercio Ascom Cervia e con il patrocinio e il contributo del Comune di Cervia – è un appuntamento immancabile per molti turisti e cittadini grazie ai quali, ogni anno, cresce la sua rilevanza nazionale – essendo oramai divenuta punto di riferimento culturale dell’estate.

Come accade in ogni evento importante, si rinnova ogni anno il sodalizio con i luoghi identitari della città che diventeranno palcoscenico e testimoni di incontro tra cultura e turismo, fondamentale nel tessuto economico di Cervia e di cui la città è diventata un esempio di successo.

Per tutta l’estate sono in programma visite guidate del “Trekking Urbano Letterario” e le visite ai “Villini liberty di Milano Marittima”. Per info e prenotazioni telefonare all’ufficio IAT della Torre San Michele al numero 0544/974400.

La manifestazione si svolge con il sostegno della Regione Emilia Romagna, di APT Servizi Emilia Romagna, del Comune di Cervia, del Comune di Ravenna per 700 Dante, della Camera di Commercio di Ravenna e della Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì.

Gli organizzatori ringraziano per la collaborazione il Grand Hotel di Cervia, Hotel Nettuno, Bagno Bleck, Hotel Strand&Gambrinus, Libreria Mondadori, Ristorante il Pirata, Proloco Riviera dei Pini, Biblioteca ‘Maria Goia’, Cervia Turismo, Consorzio Tutela Aceto Balsamico Tradizionale di Modena D.O.P, Parco della Salina di Cervia e Stamperia Pascucci.