Quantcast

Ravenna, aperte le prevendite per il concerto del VII centenario dantesco diretto da Riccardo Muti ai Giardini Pubblici il 12 settembre

Giovedì 26 agosto si aprono le prevendite per l’appuntamento di domenica 12 settembre. L’anno di celebrazioni per il VII centenario della morte di Dante si corona a Ravenna con il concerto straordinario diretto da Riccardo Muti, alla guida dell’Orchestra Giovanile Luigi Cherubini e del Coro del Maggio Musicale Fiorentino: domenica 12 settembre l’appuntamento – promosso dal Comune di Ravenna in collaborazione con Ravenna Festival e con il sostegno del Comitato nazionale per le celebrazioni – è alle 20.30 nei Giardini Pubblici, dove la scenografia è rappresentata dall’eleganza rinascimentale della Loggetta Lombardesca a offrirsi per scenografia.

Lo stesso concerto – il programma musicale include le Laudi alla Vergine Maria di Giuseppe Verdi, la Dante-Symphonie di Liszt e la prima italiana di Purgatorio di Tigran Mansurian, con il baritono armeno Gurgen Baveyan e Giovanni Sollima al violoncello – sarà replicato a Firenze il 13 settembre e a Verona il 15 settembre, così unendo in musica le tre città “dantesche”. Le prevendite si aprono giovedì 26 agosto: presso la Biglietteria del Teatro Alighieri (lun-sab 10-13, giovedì anche 16-18) anche telefonicamente (0544 249244), su ravennafestival.org, presso tutte le filiali La Cassa di Ravenna Spa e uffici IAT di Ravenna, Cervia e Milano Marittima.

Sarà presente alla serata anche lo stesso Tigran Mansurian, cui Ravenna Festival ha commissionato un nuovo lavoro sulla seconda cantica della Commedia proprio nell’ambito della dedica a Dante che caratterizza il programma 2021 della manifestazione. Mansurian, la cui scrittura delicatissima e cristallina è spesso ispirata dalla musica sacra ma anche dalla tradizione popolare, accosta due luoghi poetici ben conosciuti del Purgatorio: l’incipit del canto I, “Per correr miglior acque alza le vele”, e la preghiera del Padre nostro con la quale si apre il canto XI. Sono invece le prime sette terzine dell’ultimo canto del Paradiso – la preghiera che Dante fa rivolgere alla Vergine da San Bernardo di Chiaravalle – la fonte di Giuseppe Verdi per le Laudi alla Vergine Maria, che apre il programma. Una delle più celebri pagine di ispirazione dantesca, quella Dante-Symphonie che Liszt conclude – dopo aver esplorato Inferno e Purgatorio – con un Magnificat, guida il nostro sguardo sul Paradiso, così chiudendo il cerchio del programma musicale.