Quantcast

Ravenna. Economia solidale con “Intrecci etici”: il movimento dello slow fashion in Italia

“Vogliamo far emergere e valorizzare i modelli positivi presenti nel nostro paese, per dimostrare che il cambiamento è possibile e per stimolare altri produttori e consumatori a fare scelte più etiche e sostenibili”. Questo il motto di Lorenzo Malavolta e Lucia Mauri, registi e filmmaker di LUMA video. Torna anche quest’anno l’evento ravennate per la promozione dell’economia solidale: venerdì 27 agosto nella cornice della Rocca Brancaleone, in collaborazione con RoccaLab e AlBrancaleone, la Coop. Soc. Villaggio Globale proporrà la visione gratuita di “Intrecci Etici”, il documentario sulla rivoluzione italiana della moda etica di LUMA video, co-prodotto da Infinity+. La serata, che avrà inizio per chi vorrà con un aperitivo, proseguirà con un interessante confronto assieme ai registi del documentario, Lorenzo Malavolta e Lucia Mauri; a seguire la visione del documentario.

La moda è la seconda industria più inquinante al mondo dopo il petrolio, ed è un problema che riguarda tutti noi. A questo settore si attribuisce il 20% dello spreco globale di acqua, il 10% delle emissioni di anidride carbonica e non solo, l’85% dei vestiti prodotti finisce in discarica e solo l’1% viene davvero riciclato. Per non parlare dei prezzi bassi del fast fashion, dietro i quali si nascondono salari iniqui e la mancanza di regolamentazioni a tutela dei lavoratori, che da sempre il commercio equo e solidale cerca di combattere.

Il documentario “Intrecci Etici” racconta come in Italia sia in atto una rivoluzione per rendere il settore moda più sostenibile. Questo cambiamento è sotto agli occhi di tutti: da chi si occupa di fibre e tessuti naturali, a chi produce solo su ordinazione, a chi trasforma rifiuti in risorse, a chi impiega persone più fragili, fino a chi ha deciso di rimanere sul territorio. Attraverso la loro opera Lorenzo e Lucia vogliono informare, educare e sensibilizzare chi ancora non conosce il movimento dello slow fashion, ma anche chi semplicemente non trova una valida ragione per cambiare le proprie abitudini di acquisto o ancora chi vorrebbe fare scelte più sostenibili, ma non sa da dove iniziare.
L’evento è ad ingresso gratuito con obbligo di prenotazione (391 7555591 – bdm.ricci@villaggioglobale.ra.it ).
Per lo svolgimento della serata verrà rispettata la normativa vigente per il contenimento della diffusione del COVID-19. In caso di maltempo l’evento si terrà al chiuso in altra sede, che verrà comunicata per tempo ai prenotati. L’evento è realizzato con il sostegno della Regione Emilia-Romagna (L.R. 26/2009).