Quantcast

Fusignano: nella galleria “Spazio cose belle” inaugura la personale di Paolo Buzzi “Insolita herbas”

Più informazioni su

Sabato 4 settembre alle 18.30 nella galleria Spazio cose belle, a Fusignano in corso Emaldi 51, inaugura la personale dell’artista Paolo Buzzi. Il progetto espositivo, intitolato “Insolita herbas”, intende rappresentare una ideale sintesi della più recente produzione dell’artista, proponendo un dialogo tra installazioni tridimensionali e opere a parete.

La mostra è curata da Roberta Bertozzi e realizzata in collaborazione con la galleria Antonella Cattani contemporary art e il patrocinio del Comune di Fusignano.

Come scrive la curatrice, “Paolo Buzzi integra da sempre nel suo percorso opere scultoree e installative con dipinti e opere su carta, secondo una visione estetica intesa a consegnarci un’immagine di paesaggio al grado zero della sua possibilità rappresentativa. Nella sua ricerca, dominata dal tema della natura, la pratica pittorica si fa pratica sottrattiva, attraverso un’economia segnica e cromatica che tende a diluire l’oggetto, a sfaldarlo e sottilizzarlo, secondo una pratica intesa a instaurare degli intervalli, a produrre mancanza, a sottrarre peso alla sovradeterminazione che connota oggi ogni dato di realtà. Contro questo ‘horror pleni’, questa spirale inarrestabile di oggetti, informazioni, segni, egli schiera la sua personale ‘cupio dissolvi’; alla visione densa, opaca, sostanziale del paesaggio che ci circonda, egli oppone dei passaggi d’ombra, delle sfocature, dei vuoti”.

Paolo Buzzi è nato a Comacchio nel 1965, è residente a Bagnacavallo dove vive e lavora. Diplomato in Pittura all’Accademia di Belle arti di Bologna, ha trascorso periodi di studio all’Ecole de Beaux arts di Saint Etienne in Francia. Attualmente collabora con diverse gallerie d’arte contemporanea. I suoi lavori sono stati presentati nelle principali fiere italiane e sono presenti in alcune collezioni private. Ha esposto in numerose collettive e personali sia in spazi pubblici che in gallerie private.

La mostra, a ingresso libero, sarà aperta dal 4 al 26 settembre; da domenica 5 a mercoledì 8 settembre dalle 20 alle 23; dall’11 al 26 settembre sabato e domenica dalle 16 alle 18.30. Sono possibili visite su appuntamento contattando il 339 1145448.

Più informazioni su