Quantcast

“Al passato si torna da lontano” arriva al Mic, in dialogo con Claudio Panzavolta

Più informazioni su

Martedì 21 settembre, alle 18,30, il Mic ospiterà un pomeriggio tra letteratura, jazz e storia, la storia di una famiglia romagnola che intreccia le sue vicissitudini intrecciandosi con gli anni della ricostruzione nel dopoguerra. Ospite del Museo internazionale delle ceramiche di Faenza, in viale Baccarini, sarà Agnese Gualdrini che dialogherà con Claudio Panzavolta, autore del volume edito da Rizzoli dal titolo ‘Al passato si torna da lontano’.

Il romanzo, ambientato alla fine della Seconda guerra mondiale, si dipana da un fatto di sangue. La protagonista, Anita e sua sorella Edda, perdono la madre e lo zio partigiano, entrambi uccisi dai fascisti. Una vicenda che segnerà la vita delle due sorelle e che cresceranno nell’Italia del dopoguerra segnata da quello che ancora oggi viene chiamato ‘miracolo economico’. Malgrado Anita ed Edda cresceranno negli anni della ricostruzione con sensibilità e valori differenti, l’una più emancipata e l’altra maggiormente legata a valori più tradizionali, entrambe rimarranno unite per sempre dalla ricerca del gerarca fascista autore del duplice omicidio. Come lo stesso autore spiegato in diverse interviste, il romanzo è una storia di donne dove il racconto delle vicende personali e familiari si intrecciano con la grande storia, quella di un periodo che ha segnato il nostro Paese e lo fa prendendo le mosse da fatti avvenuti in Romagna, in quel periodo di grandi incertezze nel quale l’Italia era caduto dopo l’armistizio sfociando nella guerra civile. Una storia familiare che racconta grandi temi, la ricchezza economica di un paese nata dai sacrifici e dalle privazioni degli scampati al conflitto, fatta di grandi illusioni di libertà e da piccoli intrecci e incontri casuali come quello fatto fare tra uno dei personaggi del romanzo con il musicista Chat Backer, episodio nato da un aneddoto realmente accaduto alla nonna dell’autore del romanzo che, impiegata come ‘assistente di poltrona’ di un dentista faentino, una mattina si trovò di fronte al genio musicale statunitense.

Il programma del pomeriggio di martedì 21, dedicato al romanzo dello scrittore faentino, prevede una introduzione del sindaco Massimo Isola che recentemente ha intervistato Panzavolta durante una diretta Facebook e ha recensito il libro su un settimanale locale. Dopo l’intervento del primo cittadino, l’attore Maurizio Casali leggerà alcuni passaggi del romanzo che verranno illustrati da Claudio Panzavolta in dialogo con Agnese Gualdrini. Momenti musicali del duo jazz composto da Silvio Zalambani (sax) e Giovanni Sandrini (chitarra).

Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria al numero telefonico 0546.697311. Per poter partecipare alla serata sarà necessario esibire il green pass.

Claudio Panzavolta è nato a Faenza nel 1982. Dopo essersi laureato in Storia, ha studiato Sceneggiatura cinematografica e televisiva. Vive a Venezia, dove lavora come editor per la casa editrice Marsilio. Insegna al Master in Editoria dell’Università degli Studi di Verona. Prima del volume edito da Rizzoli, ‘Al passato si torna da lontano’, nel 2014 ha pubblicato il romanzo ‘L’ultima estate al Bagno Delfino’.

Più informazioni su