Quantcast

John Murry al Museo Carlo Zauli di Faenza per Strade Blu

Più informazioni su

Cantautore e produttore tra i più stimati, uno dei beniamini del folk indipendente americano, John Murry torna in Italia – in data unica, sabato 18 settembre alle 21 – nella suggestiva cornice del giardino del Museo Carlo Zauli, per presentare l’ultimo disco, The Stars Are God’s Bullet Holes.

Cresciuto nel Mississippi all’ombra di Elvis – ma da alcuni anni residente in Irlanda – John incontra la musica a Memphis e ne fa la propria forza. Dopo periodi travagliati, si lega all’American Music Club e al gruppo di musicisti che contribuì a creare il suo capolavoro nel 2012, The Graceless Age, che fu segnalato da Uncut come uno dei 10 migliori dischi del 2012, e promosso con 5/5 stelle da The Guardian e Mojo; da quel momento John gira il mondo e incanta il pubblico con le sue straordinarie performance live.

Il terzo album di John Murry è meravigliosamente illuminato dalle stelle, avvolto nel più morbido velluto nero. È un album di immagini sorprendenti e melodie insinuanti, di freddo chiaro di luna e calore bruciante. È un disco che penetra nel cuore, bruciando con la sua bruciante onestà, la sua incondizionata intimità e la sua bellezza contorta. Non è un album per un mondo normale, perché non è un album normale. È un album in cui immergersi e immergersi profondamente, ed emergere dalla consapevolezza che questo mondo è un posto straordinario e che John Murry è un artista straordinario.

Più informazioni su