Quantcast

Due novità in libreria per il Girasole: un divertissement su Dante e un romanzo d’esordio fra atmosfere mistico-erotiche

Più informazioni su

Due novità editoriali in casa Edizioni del Girasole sotto la direzione di Ivan Simonini. Il primo titolo è piuttosto intrigante TRASUMANÀR / TRASDIVINÀR. Dante nel mezzo dell’Infosfera. L’autore è Mauro La Spisa, la Collana è Fuori dalla selva. Il saggio è dedicato agli amanti di Dante e dell’informatica (Pagine 104, Prezzo € 12.00).

In infosfera si è come accasati in uno stabile senza stanze, fatto solo di pianterreno e tetto. Masticazione e digestione hanno tempi diversi; non rispettandoli si rischiano disturbi alimentari.
Il cervello “mastica” molte informazioni al secondo (segnali info-rimati) ma, per digerirli in consapevolezza, necessita delle pause di riflessione: tempi morti per i flussi di connessione.
Incapsulati in “meme” per i messaggi vocali e video, nei “tweets” per gli scritti, economia vuole che i linguaggi siano compressi in scatole di segni e link disambiguati.
Mettersi online richiede attenzione puntiforme al tempo elettronico, divenuto produttore di valore fruibile all’istante poiché la velocità risucchia in centrifuga attenzione e riflessione…

Per accostarci a Dante dobbiamo metterci in gara con lui: distaccarci dalle figure di questo mondo per ritrovarle nell’altro, smerigliate come per magico salto quantico. Nella Commedia, Dante spiega come abbia meglio rivissuto la propria vita mondana partendo dall’altra, un po’ come quello spettatore che abbia avuto modo di assistere all’azione scenica sia dal lato del pubblico come da dietro le quinte. Concomitanza di partenza e arrivo… Il giro prospettico è da “capogiro” e lo stordimento coglie quei giovani studenti che, dalla sera alla mattina, si ritrovano in classe ad ascoltare l’insegnante che recita quasi musicalmente l’incipit fatidico: “Nel mezzo del cammin di nostra vita…”.

Mauro La Spisa è nato a Roma dove nel 1962 si è laureato in filosofia teoretica con il Professor Augusto Del Noce con una tesi sul confronto Gramsci-Rosmini. Nel 1984 ha pubblicato una storia della filosofia in tre volumi presso l’editore De Bono di Firenze. Insieme a Giovanni Notarnicola ha pubblicato il saggio di antropologia culturale “La fine dei nuovi dinosauri” sul tema dell’ambiente e “Dacci oggi il loro pane quotidiano” sulla didattica nella scuola.

La seconda novità editoriale è un romanzo psicologico GALEOTTO FU IL CONVENTO. L’autore è Aldo Sgarano. 136 pagine (Euro 15) per chi ama l’intreccio misticismo-erotismo nella Collana Girasole Narrativa.

Giunto all’età del pensionamento da professionista grafico, nel pieno della maturità, Adelmo comunica alla famiglia sbigottita, moglie e figli che pure ama teneramente, la sua determinazione a ritirarsi nel mitico Monastero montano di Sant’Altfrido, luogo dell’anima, già frequentato in passato instaurando con i monaci un solido rapporto di sincera amicizia e reciproca stima.

Lì non cade mai nella monotonia. Anzi, così tante incombenze non le aveva mai sbrigate nemmeno quando si era trovato al culmine dell’attività lavorativa. Quel sacro luogo si rivela però pian piano fonte imprevista di ogni sorta di tentazione e tutto, dentro o fuori il cenobio, diventa occasione per la trasgressione e il peccato.

E come fu il Libro di Ginevra e Lancillotto per Paolo e Francesca così per Adelmo Galeotto fu il convento. Per quanto cerchi di resistere a ogni lusinga seduttiva e alle relative conseguenze, sarà infine il suo passato a presentargli il conto e a cambiargli inaspettatamente il futuro oltre ogni speranza e oltre ogni timore. (n.d.e.)

Aldo Sgarano nasce a Torre Annunziata nel 1949, si trasferisce a Firenze nel 1976 e per trent’anni presta servizio alla Banca Centrale Italiana, che gli affida importanti pubblicazioni sul profilo storico e artistico del Palazzo che dal 1865 ospita l’Istituto. Sempre su incarico della Banca conduce le visite guidate alla residenza ottocentesca predisposte per le personalità istituzionali ospiti della Banca d’Italia e della Città di Firenze. È al suo primo romanzo.

 

Più informazioni su