Quantcast

La stagione concertistica al Teatro Comunale di Russi apre con gli Archi de La Toscanini e Mihaela Costea

Più informazioni su

Si alza il sipario sulla stagione 2021/2022 del Teatro Comunale di Russi con il primo appuntamento della stagione concertistica: gli Archi de La Toscanini e Mihaela Costea, violino solista e concertatore, portano in scena Serenata d’autore mercoledì 13 ottobre alle 20.45. Il titolo del concerto, Serenata d’autore,  si basa sull’esecuzione di pezzi cantabili e di sorprendente dolcezza a firma di Max Reger, Čajkovskij, Britten e Massenet del quale viene proposta la trascrizione dalla grande orchestra di un celebre pezzo lirico.

In occasione del concerto, martedì 12 ottobre alle 18 presso la Biblioteca comunale la violinista Mihaela Costea sarà intervistata da Giulia Bassi, in dialogo con il pubblico sul concerto che il giorno successivo – 13 ottobre – sarà eseguito al Teatro Comunale. Si tratta del primo appuntamento di Sound Surprise.

Alla scoperta della trascrizione musicale, un viaggio alla scoperta della musica intesa come arte capace di trasformarsi e rigenerarsi continuamente. Il viaggio inizia a Russi e vedrà La Toscanini  impegnata, dopo Russi, anche nelle stagioni teatrali del modenese, a Bomporto, Mirandola e Pavullo nel Frignano, in splendidi esempi di questa pratica. I concerti saranno preceduti da altrettanti incontri che si soffermeranno sui procedimenti e i risultati di queste operazioni.

L’incontro verrà  diffuso in rete sulla pagina Facebook del Teatro e di ATER Fondazione, sulla piattaforma teatrinellarete.it e sul canale Youtube di ATER.

Serenata d’autore

Come una carezza fuggevole ma che lascia il segno. La musica racchiusa da questo programma richiama una simile sensazione. Denominatore comune un intimo tributo alla musica di Mozart “piena di divina bellezza”. Così Čajkovskij, attraverso la Serenata op. 48 (1881), mentre si rivela, incanta.  La compone “obbedendo a una esigenza interiore”, quella di rendere omaggio al maestro austriaco. Affascina anche Britten con la Simple Symphony (1933) le cui note, ignorando le asprezze, rivelano un animo dolce ma senza affettazione. Tra queste composizioni più articolate troviamo due piccoli gioielli: Lyrisches di Max Reger, che allude a una sorta d’abbandono dall’inizio alla fine, passando per il nobile ‘solo’ di violoncello. Mentre dell’Andante religioso Méditation da Thaïs di Massenet (1894) è solista il violino che intona una melodia di rara purezza, tesa a comunicare l’inesprimibile. Nel loro complesso i brani del programma, pur pervasi da un senso di pace, trasmettono tuttavia malinconia, senso di indeterminatezza perché sono musiche che scavano dentro: chiedono di staccarci dalla realtà materiale, cosa che, almeno un poco, rende timorosi.

Archi de La Toscanini

Ispirata ai valori espressi dall’arte di Arturo Toscanini nel segno del rigore, talento, estro e impegno, La Toscanini propone programmi di qualità eseguiti dai migliori interpreti e da giovani solisti, sovente suonati senza direttore e con il violino di spalla Mihaela Costea in qualità di concertatore.

Il vasto repertorio, che va dal classico al contemporaneo, dal grande sinfonismo agli ensemble da camera, comprende autori come Bach, Vivaldi e Pergolesi – recente l’esecuzione dello Stabat Mater sotto la guida di Enrico Onofri, direttore principale della Filarmonica –, per l’800 Čajkovskij, Dvořák, Brahms e per il ‘900 Britten, Barber, Stravinsky, Bernstein, Strauss.

MIHAELA COSTEA     violino solista e concertatore

ARCHI DE LA TOSCANINI

Musiche di Reger, Čajkovskij, Massenet, Britten

Programma

MAX REGER                                 Lyrisches – Andante per archi

PËTR IL’IČ ČAJKOVSKIJ          Serenata per archi in do maggiore op. 48

JULES MASSENET                     “Méditation” da Thais

BENJAMIN BRITTEN               Simple Symphony op. 4

INFO E BIGLIETTERIA

Biglietti e carnet sono in vendita,  compatibilmente con le disposizioni legate all’emergenza sanitaria da Covid-19,  da lunedì 4 ottobre per gli spettacoli in calendario fino a dicembre 2021 e da lunedì 6 dicembre per gli spettacoli in calendario da gennaio ad aprile 2022. La biglietteria del teatro è aperta il giovedì dalle 17.30 alle 19.30 e da lunedì a sabato (escluso giovedì) dalle 10 alle 12. È attiva anche la vendita on line sul circuito Vivaticket (www.vivaticket.com).

Le prenotazioni si possono effettuare scrivendo una e-mail all’indirizzo teatrocomunalerussi@ater.emr.it oppure telefonando al numero 0544 587690. I posti sono contingentati rispetto alla capienza complessiva del Teatro, nel rispetto delle prescrizioni legate all’emergenza sanitaria da Covid-19. Gli abbonati della scorsa stagione non hanno pertanto alcun diritto di prelazione.

Inizio spettacoli ore 20.45.

Teatro Comunale di Russi

Via Cavour, 10

Tel. 0544/587690 |e-mail: teatrocomunalerussi@ater.emr.it – www.comune.russi.ra.it

Più informazioni su