Quantcast

Si avvicina la 19esima edizione del Ravenna Nightmare Film Fest: anteprima fissata al 23 ottobre

Più informazioni su

La 19° edizione del Ravenna Nightmare Film Fest sarà aperta da They Shall Not Grow Old – Per sempre giovani di Peter Jackson, che sarà proiettato in anteprima Sabato 23 Ottobre alle 21 presso il Palazzo dei Congressi. Il documentario, prodotto e diretto dal regista de Il Signore degli Anelli per commemorare il centenario dalla fine della Prima Guerra Mondiale, è stato realizzato con video di repertorio restaurati e colorati, girati durante il conflitto. La proiezione sarà in lingua originale sottotitolata in italiano.

La sezione CONTEMPORANEA inizia con “La Scuola Cattolica” di Stefano Mordini 

Contemporanea, una delle sezioni più importanti di Ravenna Nightmare proprio per la sua estrema attualità e per la sua attenzione alla scena attuale, torna quest’anno con una selezione sorprendente, curata da Mariangela Sansone. Le opere scelte palesano il lato oscuro del cinema in modi inattesi e sfruttando la sperimentazione visiva, riesce a portare lo spettatore in un oltre filmico.

Stefano Mordini, fondatore di Start Cinema presenterà al Ravenna Nightmare “La scuola Cattolica” della sezione Contemporanea.

Di seguito la nota stampa di Ravenna Nightmare Film Fest: “nella sezione Contemporanea abbiamo il piacere e l’onore di ospitare “La Scuola Cattolica” di Stefano Mordini, presentato fuori concorso alla Mostra del Cinema di Venezia.
Tratto dall’omonimo libro di Edoardo Albinati, vincitore del premio Strega, “La Scuola Cattolica” vuole riportare l’attenzione su una delle pagine più oscure della storia italiana: il massacro del Circeo. A causa della tematica il film è stato vietato ai minori di diciott’anni in occasione dell’uscita in sala, ma per la sua importanza e per il valore artistico, Ravenna Nightmare è fiero di poterlo presentare nella sezione Contemporanea alla presenza del suo regista Stefano Mordini. Seguici per scoprire gli altri titoli di Contemporanea!”

 
SHORTer,  una nuova sezione del Ravenna Nightmare

Al ricco programma della 19° edizione di Ravenna Nightmare Film Fest, si aggiunge una nuova sezione: nata nel gennaio 2021, SHORTer è il frutto dell’iniziativa di una rete di festival cinematografici della Regione Emilia Romagna (Concorto Film Festival, Reggio Film Festival, Ravenna Nightmare Film Fest, SediciCorto Film Festival e YoungAbout – International Film Festival) per valorizzare gli autori emiliano-romagnoli. Scoprili al Ravenna Nightmare Film Fest dal 30 Ottobre al 6 Novembre!

La selezione è composta dalla cinquina di corti presentati al Mercato di Clermont Ferrand 2021 e sono: Ape Regina di Nicola Sorcinelli, La città delle cose dimenticate di Francesco Filippi, Massimiliano Frezzat,  Gas Station di Olga Torrico, Giusto il tempo di una sigaretta di Valentina Casadei, Zombie di Giorgio Diritti.

 
Cinema di genere e d’autore si incontrano in NIGHTMARE D’ESSAI

Creata nel 2018 in collaborazione con FICE, Nightmare d’Essai vuole valorizzare una tipologia di film molto specifica e importante: quella in cui il cinema di genere incontra il cinema d’autore o il cinema d’autore sfrutta il linguaggio del cinema di genere per trovare nuovi modi per colpire lo spettatore. Quest’anno la sezione ospiterà tre titoli:

Il lago delle oche selvatiche di Diao Yinan (Cina, 2019)
Little Joe di Jessica Hausner (Austria, 2019)
Red Moon Tide di Lois Patiño (Spagna, 2020)

 Riscoprire il passato attraverso NIGHTMARE CLASSIC

Attraverso Nightmare Classic, la sezione storica curata dal programmer Carlo Tagliazucca, Ravenna Nightmare può dare voce, attraverso retrospettive e omaggi, al cinema del passato, sottolineando la sua grande e sempre costante importanza e presentando titoli di grande valore e richiamo, spesso restaurati e provenienti da Cineteche e collezioni private.
I titoli che compongono la selezione di quest’anno di Nightmare Classic, concentrata sul rapporto tra noir e melodramma, sono:
Vertigine (Laura) di Otto Preminger, 1944;
99 River Street (Non cercate l’assassino) di Phil Karlson, 1953;
Out Of The Past (Le catene della colpa) di Jacques Tourneur, 1947.

Più informazioni su