Quantcast

Riprendono i “Venerdì culturali” dell’Associazione Casa delle Aie. Giuseppe Bellosi presenta il libro “Sonetti romagnoli”

Ripartono dal 15 ottobre al 10 dicembre 2021 i tradizionali Venerdì Culturali del teatrino della Casa delle AIE, promossi dall’Associazione Culturale Casa delle AIE Cervia, all’insegna della storia, cultura, tradizioni, dialetto, gastronomia. espressioni artistiche e musica di Cervia e della Romagna. Riprendono dopo la forzata interruzione dell’ottobre 2020 dovuta alla pandemia Covid-Coronavirus..

Segnali di ripresa c’erano già stati la scorsa estate con cinque Visite guidate alla Casa delle Aie e all’Orto botanico dei frutti dimenticati nel nome di Dante, con cinque Passeggiate ecologiche in pineta, con i Laboratori del ciclo del pane e pasta fresca in occasione di Sapore di Sale (4 e 5 settembre), con la Cena sociale del 15 settembre 2021. Tutte le iniziative hanno riscosso un grande successo e registrato una grande partecipazione.

Ora si entra nel vivo degli incontri culturali con un primo appuntamento, venerdì 15 ottobre 2021, alle ore 21, nel teatrino della Casa delle AIE, con ingresso gratuito e aperto a tutti, nel rispetto delle norme antiCovid (Green Pass, mascherine, distanziamento). L’iniziativa è organizzata con la collaborazione dell’Associazione Amici di Olindo Guerrini, che ha realizzato nel corso del 2021 l’opera più straordinaria e completa dei “Sonetti Romagnoli” di Olindo Guerrini (Longo Editore).

Dopo l’introduzione di Paolo Belletti, Presidente della citata associazione, sarà Giuseppe Bellosi a presentare il libro.

La pubblicazione, frutto di un lungo lavoro, è uscita con un’edizione commentata a cura del Prof. Renzo Cremante dell’Università di Pavia e con la traduzione dei testi a cura di Giuseppe Bellosi.

Viene così messo a disposizione degli studiosi e di tutti i cultori della poesia dialettale un volume di 884 pagine, in formato 17×24 centimetri, corredato di un ampio commento e di note, con un’appendice di testi editi e inediti non presenti nella prima edizione dei Sonetti Romagnoli del 1920 di Olindo Guerrini (1845-1916), uscita postuma a cura del figlio Guido – spiegano dall’Associazione -. Un’edizione di grande merito naturalmente, ma anche priva di due indispensabili strumenti di lettura come la traduzione e il commento. È l’opera di un autore che viene ritenuto il primo protagonista di prestigio della poesia romagnola. Nella nuova edizione dell’opera, di ogni sonetto viene fatta la storia e sono raccolti i riferimenti a luoghi, a persone e fatti. Ogni sonetto ha la sua traduzione e il suo apparato critico e questo ci permette di comprenderli e di leggerli con occhio diverso rispetto al passato. L’opera contiene la traduzione italiana di tutti i testi dialettali, a cura di Giuseppe Bellosi. Nell’iniziativa del 15 ottobre verrà anche brevemente ripercorsa la biografia di Olindo Guerrini, un grande personaggio della cultura a cavallo di Ottocento e Novecento.

I Venerdì Culturali vengono promossi in collaborazione con la gestione del Ristorante Casa delle AIE, che fa capo alla famiglia Battistini e che presenta nel corso delle serate culturali piatti della tradizione gastronomica romagnola. Gli incontri costituiscono l’occasione per rinnovare l’adesione per il 2022 all’Associazione Casa delle AIE, una delle realtà associative del volontariato più rappresentative di Cervia, che basa la sua attività sulle quote versate dai soci.

L’autore
Giuseppe Bellosi (Fusignano, Ravenna, 1954) si occupa della documentazione e dello studio dei dialetti, della letteratura dialettale e delle tradizioni popolari, in particolare della Romagna. Tra le sue pubblicazioni ricordiamo Cento anni di poesia dialettale romagnola (con Gianni Quondamatteo, Imola, Galeati, 1976), Romagna civiltà (con G.Quondamatteo, Imola, Galeati, 1977), L’altra lingua. Letteratura dialettale e folklore orale in Italia (con Marcello Savini, Ravenna, Longo, 1980), Vi do la buonasera. Studi sul canto popolare in Romagna: il repertorio lirico (con Tullia Magrini, Bologna, Clueb, 1982), Sotto mentite spoglie. Indovinelli romagnoli del XVIII e XIX secolo (Rimini, Maggioli, 1988), Calendario e folklore in Romagna (con Eraldo Baldini, Ravenna, Il Porto, 1989), Halloween. Nei giorni che i morti ritornano (con E. Baldini, Torino, Einaudi, 2006), Tenebroso Natale. Il lato oscuro della Grande Festa (con E. Baldini, Roma-Bari, Laterza, 2012), Poets from Romagna (Blaenau Ffestiniog, Cinnamon Press, 2013). In collaborazione con Eraldo Baldini ha scritto anche Dante in Romagna (Ed. Ponte Vecchio Cesena, 2020).