Quantcast

A Ravenna parte la rassegna “Soundscape”: dieci giorni di incontri, approfondimenti, masterclass e concerti

Più informazioni su

Il 19 ottobre prende il via la rassegna “Soundscape”, promossa dall’ISSM “G. Verdi” in collaborazione con il Museo Nazionale di Ravenna e il Mar. Dieci giorni di incontri, approfondimenti, masterclass e concerti: una occasione di studio e formazione per gli allievi e una opportunità per il pubblico, ravennate e non solo, di seguire incontri e concerti.
Fra gli appuntamenti aperti al pubblico, la sezione “Soundscape/Together” prevede una rassegna di seminari nello spazio conferenze del Museo Nazionale, che si inaugura martedì 19 ottobre alle 14.30 con la lezione di Francesco Tenti “Il musicista consapevole, dal diritto alla musica”, ovvero dinamiche del “music business”, importanza della tutela dei diritti dei musicisti, le nuove professioni del mercato e l’evoluzione del “settore musica”.

Alle 18 Matteo Succi interviene su “Vaporwave”, estetica di una società dei consumi in decadenza. Venerdì 22 ottobre, sempre alle 14.30, l’appuntamento è con Danilo Comitini e la “Narratività della musica”: teatro del suono e della forma musicale. Ultimi due appuntamenti, venerdì 29 ottobre: alle 14.30 Paolo Marzocchi si occupa de “Il melologo” ovvero teatro musicale “low cost”: il melologo “Mymosh il Figlio di Se Stesso”, musica di Paolo Marzocchi; alle 17.30 è Beatrice Pucci a concludere la rassegna con “Il suono e la poetica del movimento”: il cinema d’animazione e la musica, due alleati necessari.
Dall’incontro tra docenti e studenti del corso di Metodologia della ricerca storico musicale nasce il ciclo di tre incontri dedicati a “Diaghilev e l’età d’oro dei Ballets Russes 1909 – 1929”, con l’introduzione di Iole Di Gregorio.
Martedì 19 ottobre alle ore 16, negli spazi del Museo Nazionale, Serena Giuri affronta “Sergej Diaghilev, ritratto dell’impresario che inventò l’avanguardia”. Venerdì 22, allo stesso orario, Michele Fontana racconta “Sergej Diaghilev e Igor Stravinskij: l’incontro” mentre Enrico Giorgi conclude, venerdì 29 alle 16, con “L’estetica del circo: da Parade al Nouveau Cirque”.

Due gli appuntamenti concertistici. Venerdì 22 ottobre, alle 18, nella Sala del Refettorio del Museo Nazionale, la Wind’s Ensemble dell’ISSM “G. Verdi” di Ravenna (Giacomo Parini flauto, Fabiana Evangelista oboe, Michele Fontana e Migena lleshi clarinetti, Samuele Cavallari e Tommaso Casadio corni, Alex Rossi e Michele Zaccarini fagotti), diretto da Stefano Franceschini, propone musiche di Franz Lachner e Carl Reinecke. Alle 20, in occasione della Notte d’Oro, “Musica in libertà” a cura degli studenti dell’ISSM “G. Verdi”. Secondo appuntamento, martedì 26 ottobre, nella Sala del Camino del Mar, Museo d’Arte della Città: alle 16.30 il pianista Domenico Bevilacqua, sul tema “Sonata o fantasia” proporrà brani di Domenico Scarlatti, Ludwig van Beethoven, Franz Liszt e Igor Stravinskij.

Per tutte le attività è necessaria la prenotazione all’indirizzo stilyananikolova@comune.ravenna.it
Per i visitatori esterni viene offerto abbonamento al Museo Nazionale per tutto l’anno con ingressi illimitati  nei giorni e orari di apertura con l’opportunità di partecipare a tutte le iniziative organizzate presso gli spazi museali come visite guidate tematiche, convegni, seminari, mostre e molto altro. Abbonamento annuale 10 euro o abbonamento annuale agevolato 5 euro (Riduzioni riservate ai cittadini UE e dei paesi SEE (EEA) di età compresa tra i 18 e i 25 anni e agli altri aventi diritto).

Più informazioni su