Quantcast

Ravenna, parte domenica 24 ottobre con Opera Buffa di Teatro Verde la XXXIII edizione de Le Arti della Marionetta del Teatro del Drago foto

Più informazioni su

Si apre domenica 24 ottobre, presso le Artificerie Almagià, il sipario sulla XXXIII edizione della stagione di teatro di figura dedicata alle famiglie Le arti della Marionetta, organizzata dal Teatro del Drago/Famiglia d’Arte Monticelli, in convenzione con l’assessorato alla Cultura del Comune di Ravenna, e con la collaborazione di molti soggetti privati e pubblici che da sempre sostengono e amano la manifestazione.

“Il Teatro del Drago – dichiara l’assessore alla Cultura Fabio Sbaraglia – torna anche quest’anno con la sua programmazione di teatro di figura rivolta ai più piccoli e alle famiglie rinnovando una tradizione ravennate a cui siamo affezionati da tanto tempo. Ritorna finalmente in presenza e con un ricco programma che ci accompagnerà per tutto l’inverno. L’Amministrazione comunale sostiene con convinzione l’attività del Teatro del Drago riconoscendone non solo il profilo artistico ma anche la funzione didattica che questo genere di teatro porta intrinsecamente con sé contribuendo a formare le cittadine e i cittadini di domani”.

Dopo un anno difficile in cui le sale teatrali hanno piano piano riaperto le proprie porte a grandi e piccini, si riparte con grande entusiasmo e tanta fiducia, grazie anche al sostegno di un pubblico di famiglie affezionato e curioso, che la compagnia ravennate non ha mai abbandonato in questi 17 mesi (vedi tutte le attività on line della scorsa stagione, le iniziative del museo La casa delle Marionette, il Festival Internazionale dei burattini e delle figure Arrivano dal Mare! e Le Arti della Marionetta Summer). Torna il Teatro in Teatro presentando alla città un ricco calendario invernale, che da ottobre ad aprile, riscalderà i mesi più freddi con il fuoco e la bellezza dell’arte, offrendo alla comunità ravennate una preziosa opportunità di incontro e scoperta del mondo del Teatro di Figura.

Il cartellone prevede spettacoli di compagnie, tutte di livello nazionale, laboratori, workshop, incontri editoriali e prime assolute, che avranno luogo presso le Artificerie Almagià e il Museo La casa delle Marionette.

Gli spettacoli si svolgeranno la domenica pomeriggio alle ore 17 presso le Artificiere Almagià, con una grande attenzione di tutta la normativa di sicurezza del pubblico e degli artisti, nel rispetto delle misure ministeriali anti-COVID (fino a fine febbraio, poi ci si sposterà presso la ‘piazzetta’ del museo). Per questa ragione si consiglia al pubblico la prenotazione di tutti gli spettacoli (così come di tutti gli altri eventi), per permettere un’organizzazione e una gestione più fluida del pubblico, che permetta una assegnazione dei posti tenendo conto delle esigenze delle Famiglie. Per agevolare le prenotazioni si è resa disponibile una linea telefonica attiva tutti i giorni dalle ore 9 alle ore 13 e dalle ore 15 alle ore 18; nelle giornate di spettacolo dalle 9 alle ore 16.

Il cartellone della 33esima stagione si distingue per il coinvolgimento di diverse compagnie italiane che da anni si dedicano al teatro di figura, ma anche per diversi momenti di festa, concerti e attività dedicate, rese possibili grazie alla collaborazione di diverse realtà che operano sul territorio, come la Rete di Associazioni Almagià, Ravenna Teatro, Coop. E.

Fra le novità di questa edizione, in una ottica di sempre maggior sostenibilità “green” e di blue economy, nasce la sezione “Le arti vanno a scuola”, che unisce alcune matinèe alle compagnie presenti in cartellone, ottimizzando costi di montaggio e smontaggio e offrendo maggiori opportunità lavorative alle compagnie, in un momento di restrizione di mercato come questo. All’interno del progetto sono previsti alcuni focus dedicati ad alcuni momenti importanti come la Dichiarazione dei Diritti dell’Infanzia, la Giornata della Memoria, la settimana della Legalità.

Inaugura la stagione domenica 24 ottobre alle ore 17 il Teatro Verde di Roma con lo spettacolo “Opera Buffa”. Un fantasioso viaggio nella musica attraverso due burattinai, mimi e giocolieri, che unisce il teatro d’attore all’antica arte della figura, per ripercorrere alcune delle più note arie del repertorio italiano. Nella stessa giornata, alle ore 20,45 prima sinergia con la Rete Almagià, per l’evento di chiusura della quarta edizione del Festival SCLAB | nuove generazioni “LMCNE! La musica classica non esiste!” in collaborazione con l’Istituzione Biblioteca Classense, organizzato dal Quartetto Fauves.

Il 31 ottobre sarà il primo appuntamento della sezione di “Almagià in Festa”, tutto dedicato alla Festa di Halloween, una tappa fissa e tanto attesa fra gli appuntamenti della stagione. Per l’occasione l’eroe della baracca dei burattini Fagiolino Fanfan insieme al suo inseparabile amico Sandrone saranno i protagonisti di “Il pentolino dell’acqua stregata”, una divertentissima avventura nel mondo fantastico abitato da diavoli, streghe e maghi. Ad accompagnare i due burattinai Mauro e Andrea Monticelli la musica dal vivo di Stefano “Ciuma” Del Vecchio.

A partire dalle ore 16, per i bimbi che ne avranno piacere, si svolgeranno dei laboratori di costruzione di figura (fondamentale la prenotazione) a tema Halloween e come sempre Almagià si trasformerà per un giorno in un luogo magico dove il rito di passaggio celtico dal giorno alla notte, dall’estate all’autunno, verrà raccontato attraverso gli alberi sacri di Samhain.

Domenica 21 novembre sarà la volta di un classico dei fratelli Grimm: Hansel e Gretel, nuova produzione della compagnia veneta l’Aprisogni, con Cristina Cason e Paolo Saldari. Ai più piccini (under 6) sarà invece dedicato l’appuntamento di domenica 28 novembre, con la prima nazionale della nuova produzione del Teatro del Drago: “Tina&Gigi”, un piccolo viaggio alla scoperta del mondo attraverso la geometria. Una genesi della scoperta del sé e dell’altro da sé, della natura della diversità e della bellezza dell’arricchimento, che sboccia nel momento stesso in cui ci si mescola (nessun animale è un solo elemento geometrico). Quando le differenze fisiche si miscelano con le diversità emozionali e caratteriali allora nasce la vera vita, l’amore e la bellezza. Una piccola storia, semplice per introdurre i piccolissimi al valore dell’amicizia e alla ricchezza della diversità”. Con Andrea Monticelli e Roberta Colombo.

A partire dal mese di novembre il museo La casa delle marionette ospiterà diversi laboratori per imparare a scoprire il mondo della figura, sperimentare le varie tecniche espressive e giocare con la fantasia (d’autunno, natalizi, carnevaleschi, primaverili). Ad ogni incontro verrà sempre affiancato un momento narrativo (numero limitato di posti- obbligatoria la prenotazione).

Dopo la pausa natalizia, il palcoscenico delle Artificerie Almagià, ritornerà protagonista con il secondo appuntamento della sezione Almagià in Festa, “La Befana vien di notte con le scarpe tutte rotte”. Compagnia ospite di giovedì 6 gennaio il Teatro Medico Ipnotico di Parma con lo spettacolo di burattini “Momo, il dio della burla”, con Patrizio dall’Argine.

Ad Almagià in Festa è collegato da anni il progetto di formazione e di peer education Le arti crescono per ragazzi dagli 11 ai 19 anni. Un modo per crescere, conoscendo il mestiere di chi fa il teatro da dietro le quinte, uno sguardo privilegiato attivo e concreto, che aiuterà i ragazzi a conoscersi e a provarsi attraverso un contatto diretto e non formale con il mondo artistico.

Sul versante della formazione del pubblico torna anche l’attività de “Il Piccolo Giornalista”, rivolta a tutte le bambine e i bambini che partecipando alla visione degli spettacoli e che avranno il piacere di fermarsi, potranno raccontare con segno grafico o scrittura la loro impressione e il loro pensiero su quanto hanno visto. Ogni settimana alcune delle piccole recensioni, vengono poi pubblicate sul settimanale Ravenna & Dintorni.

La programmazione della XXXIII stagione teatrale de Le Arti della Marionetta si promette di essere il più possibile interattiva e partecipativa, cercando di mantenere una stretta connessione con le altre attività del Teatro del Drago, in particolare quelle dedicate alle scuole (“Il museo va a scuola” e quelle legate al Museo La Casa delle Marionette. A marzo, presso la sede del museo, si svolgerà la rassegna Domeniche al museo (20-27 marzo e 3 aprile) per dare risalto ed opportunità a piccole e nuove produzioni, in uno spazio raccolto e protetto come quello della Casa delle Marionette.

Le arti della Marionetta nascono 33 anni fa da una forte volontà dell’amministrazione comunale e in questi lunghi decenni, la stima, la fiducia, la volontà e l’idea di compiere un giusto servizio alla cittadinanza, alle famiglie, a partire dai più piccoli, si è, anno dopo anno, rafforzata sia in seno all’Assessorato alla Cultura che nel Teatro del Drago, ed è per questo che l’invito a riempire il Teatro delle Artificerie Almagia è oggi ancora più forte, più sentito, che mai!

Moltissime le collaborazioni che rendono ogni anno possibile lo svolgimento di una manifestazione così complessa ed articolata: sul territorio la Rete delle Associazioni Almagià, Ravenna Teatro/Drammatico Vegetale, Coop. E, l’associazione La casa delle marionette, Reclam Edizioni e Comunicazioni, partner da venti anni nella ricerca di dialogo con l’imprenditoria privata; le Farmacie Comunali e, per il terzo anno, un ringraziamento al main sponsor Famila.

Info e prenotazioni: 392 6664211; compagnia@teatrodeldrago.it- www.teatrodeldrago.it

Biglietteria presso le Artificerie Almagià – Via dell’Almagià 2 – Ravenna – Aperta il giorno di spettacolo dalle ore 10,30 alle ore 12,30 e sempre un’ora prima di inizio rappresentazione

Intero adulti 7 € / Ridotto bambini, over 65 e Soci Famila 5 € / Gratuito sotto i 3 anni (fatta eccezione per Tina & Gigi) / Speciale Famiglia (2Adulti + 2Bambini) € 20,00 – Terzo Figlio € 1,00 / “Fagiolino Card” 10 ingressi € 50,00

Tutti gli spettacoli si svolgeranno nel rispetto delle vigenti normative di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 (obbligo di Green Pass dai 12 anni).

Marionette

IL PROGRAMMA

OTTOBRE 2021

Domenica 24 ottobre – ore 17 – OPERA BUFFA – TEATRO VERDE. Teatro di burattini, mimo, clown, giocolerie, attore, manipolazione di oggetti tout public. Con Andrea Calabretta e Gianluigi Capone.

Domenica 31 ottobre – ore 17 – ALMAGIÀ IN FESTA – HALLOWEEN – IL PENTOLINO DELL’ACQUA STREGATA – TEATRO DEL DRAGO. Spettacolo di burattini tradizionali dell’Emilia-Romagna per bambini dai 4 anni. Con Mauro e Andrea Monticelli, musica dal vivo di Stefano “Ciuma” Del Vecchio.

NOVEMBRE 2021

Domenica 21 novembre – ore 17 – HANSEL E GRETEL NELBOSCO DI CITTÀ –  L’APRISOGNI. Spettacolo di burattini a guanto in legno scolpito e dipinto in baracca per bambini dai 5 anni. Con Cristina Cason e Paolo Saldari.

Domenica 28 novembre – ore 17 – TINA&GIGI – TEATRO DEL DRAGO. Spettacolo di Teatro di figura e oggetti per bambini dai 2 anni. Con Roberta Colombo e Andrea Monticelli.

GENNAIO 2022

Giovedì 6 gennaio – ore 17 – ALMAGIÀ IN FESTA – LA BEFANA VIEN DI NOTTE CON LE SCARPE TUTTE ROTTE – MOMO, IL DIO DELLA BURLA- TEATRO MEDICO IPNOTICO. Spettacolo di teatro di burattini per bambini dai 3 anni. Con Patrizio Dall’Argine e Veronica Ambrosini.

Domenica 16 gennaio – ore 17 – FAGIOLINO ASINO D’ORO- TEATRO DEL DRAGO. Evento magico e patafisico di una trasformazione burattinesca con Fagiolino Asino burattino per bambini dai 4 anni. Con Mauro e Andrea Monticelli, Gianluca Palma.

Domenica 23 gennaio – ore 17 – LEO. UNO SGUARDO BAMBINO SUL MONDO- DRAMMATICO VEGETALE/RAVENNA TEATRO. Spettacolo di Teatro corporeo e visivo per bambini dai 5anni. Con Camilla Lopez e Elena Pelliccioni.

FEBBRAIO 2021

Domenica 13 febbraio – ore 17 – STORIE DI KIRIKU’ – TEATRO DEI COLORI. Spettacolo di teatro d’attore e di figura con suoni dal vivo per bambini dai 5 anni. Con Andrea Tufo, Massimo Sconci e Valentina Franciosi.

Sabato 26 febbraio – ore 17 – ALMAGIÀ IN FESTA – GRAN BALLO DI CARNEVALE DAL PAESE DEI BALOCCHI- COMPAGNIA CLAUDIO E CONSUELO. Spettacolo di giocoleria, clownerie, musica e canto dal vivo per bambini dai 4 anni. Con Consuelo Conterno e Claudio Giri.

Più informazioni su