Quantcast

Ravenna. Presentata l’installazione temporanea dell’artista Biancoshock dedicata a Caronte

Più informazioni su

L’Associazione Culturale Indastria presenta l’installazione temporanea dedicata a Caronte dell’artista di fama internazionale Biancoshock, che si svolge dal 31 ottobre al 2 novembre, e facente parte del progetto “Sinergie: Virgilio e Dante 4.0, nuove storie antichi mestieri“in collaborazione con il Comune di Ravenna, l’Assessorato alle Politiche giovanili e il Comune di Mantova, promosso da Anci e Presidenza del Consiglio dei Ministri.

La Cascata di Caronte, questo il titolo dell’opera sita sul canale Lama di fronte alla Cittadella della street art (all’altezza di via Gulli 253), raffigura una cascata di monete che entra in acqua, rifacendosi alla leggenda nella quale si narra che Caronte traghettasse le anime dei defunti solo se questi trasportassero con sé un obolo per pagare il viaggio, e rappresenta “quell’eccesso di consumismo che caratterizza la nostra società. Basterebbe una moneta sotto la lingua ma, nell’ansia di ottenere una salvezza non meritata nella vita terrena, meglio offrire più denaro, pensando che anche per l’aldilà valga l’offerta maggiore, come nella vita terrena”, spiega l’artista. “È interessante il fatto che essendo galleggianti le monete non sprofondino: questo controsenso fisico rafforza l’idea dell’inutilità del denaro di fronte a certe situazioni”.

Più che artista Biancoshock si considera un artigiano provocatore. Con la sua arte ironica questo “artigiano” milanese trasforma il paesaggio urbano per raccontare la società contemporanea attraverso opere che parlino di temi attuali come la crisi economica, il surriscaldamento globale, l’immigrazione, privilegiando la strada come supporto e i passanti come pubblico principale.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Andrea

    …e io che quando l’ho vista l’altro giorno ho pensato fosse un riferimento al deposito di Paperon De’Paperoni! Eh,di arte non ci capisco molto!