Quantcast

“Il teatro è manifesto”, nelle salette attigue al Ridotto del Goldoni di Bagnacavallo in mostra la storia del teatro

Più informazioni su

Il teatro è manifesto è il titolo dato all’allestimento delle salette attigue al Ridotto del Goldoni di Bagnacavallo, in occasione della ripresa degli incontri culturali e della riqualificazione appena conclusa del teatro, con manifesti, locandine e programmi di sala provenienti dall’Archivio storico comunale dagli inizi dell’attività del Goldoni (1851) alla stagione 1991-1992, la prima sotto l’egida di Accademia Perduta/Romagna Teatri.

«Attraverso i circa trenta pezzi esposti – sottolinea Patrizia Carroli, curatrice dell’allestimento – si è voluto proporre una carrellata di ciò che a teatro è stato rappresentato e al contempo di ciò che ha rappresentato il teatro in diversi momenti storici: dalla predominanza della lirica agli spettacoli di propaganda sotto il regime fascista, dal varietà di inizio Novecento a quello dell’immediato dopoguerra, per arrivare al teatro come luogo privilegiato per i dibattiti pubblici e per le sperimentazioni teatrali. Pur non mirando all’esaustività si è fatta una scelta cronologica e contenutistica dei manifesti (che hanno altresì una loro rappresentazione grafica che cambia con il mutare dei tempi) che potesse rendere la lunga vita del Goldoni e il suo significato di riferimento principe per la vita culturale della nostra comunità.»

L’esposizione sarà visitabile in occasione delle iniziative pubbliche ospitate presso il Ridotto, la prima delle quali, dedicata proprio alla conclusione della riqualificazione del teatro, è in programma venerdì 19 novembre con la presenza dell’assessore regionale Mauro Felicori.

Teatro Goldoni Bagnacavallo

Più informazioni su