Quantcast

Diritti dell’infanzia. A Bagnacavallo doppio appuntamento al Goldoni con La Bottega dello Sguardo

Più informazioni su

Da presenze senza voce a soggetti di diritti è il titolo del doppio appuntamento promosso dall’associazione La Bottega dello Sguardo per sabato 20 novembre al Teatro Goldoni di Bagnacavallo in occasione della Giornata internazionale dell’infanzia e dell’adolescenza.

L’iniziativa, realizzata in collaborazione con il Comune e con il patrocinio e il contributo della Regione Emilia-Romagna, sarà articolata in due appuntamenti, un seminario alle 17 al Ridotto e un reading alle 20.30 al Teatro, pensati per proporre un «viaggio di teatro e poesia intorno alle rappresentazioni che dell’infanzia e dell’adolescenza ha dato il teatro e, con movimento più ampio, l’arte; il tutto con particolare attenzione al crescere assieme di adulti e bambini nelle forme della poesia.»

«Aphona prosopa, personaggi senza voce, così venivano definiti bambini e fanciulli nella tragedia Greca – spiega Renata M. Molinari della Bottega dello Sguardo. – Ma sappiamo bene che i personaggi senza voce, nell’arte e nella realtà quotidiana,  sono quelli che più ci interrogano e consentono di cercare risposte: alle loro e alle nostre domande. La dichiarazione di Ginevra, del 1924 e la Dichiarazione dei Diritti del fanciullo che l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite approva nel 1959, riconoscono il minore come soggetto di diritti: in primo luogo il diritto a “svilupparsi”, materialmente e spiritualmente e il diritto  “sin dalla nascita, a un nome e una nazionalità.” Identità, crescita e appartenenza: principi che l’arte ha profondamente indagato e contribuito a definire e praticare.»

L’intreccio di questi temi sarà affrontato e proposto nelle forme della riflessione sociale e artistica, ma anche dell’accompagnamento all’ascolto, alla visione, alla condivisione, per sensibilizzare alla condizione di tutti i “soggetti senza voce”, a partire dai bambini.

Si inizierà alle 17 al Ridotto del Goldoni con il seminario aperto Essere nel principio, introdotto dalle relazioni di Renata M. Molinari e Giusi Quarenghi.

Alle 20.30 è poi in programma al Teatro Goldoni Dare voce, serata di riflessioni, testimonianze, poesia, echi di teatro e tante cartoline realizzata e condotta da Valeria Battaini, Paola Bigatto, Lisa Capaccioli, Cassandra Casbah, Renata M. Molinari.

Destinatari e fruitori di questi due eventi sono gli operatori teatrali, il mondo della formazione e quanti sono interessati al rapporto adulto-bambino-adolescente, con particolare attenzione agli adolescenti, al loro immaginario, i loro mutismi, la ricerca di una lingua comune.

Per la partecipazione (gratuita) al seminario è richiesta l’iscrizione. La serata a teatro, a ingresso libero, è su prenotazione. Si accede con Green pass.

Per informazioni, iscrizioni e prenotazioni:

0545 280889

info@labottegadellosguardo.it

Più informazioni su