Quantcast

Il 22 novembre a Cervia la cerimonia in ricordo di Paola Fabbri e Sandra Lunardini

Quest’anno, in occasione della Giornata Internazionale dedicata alla lotta contro la violenza sulle donne, il Centro Antiviolenza Linea Rosa ODV rinnova il suo ricordo alle donne cervesi vittime di femminicidio, Sandra Lunardini e Paola Fabbri.  Un appuntamento che ospiterà anche un intervento corale dell’amministrazione comunale locale che, oltre alla concessione del patrocinio, si stringe alle famiglie con la “propria voce”. La commemorazione avrà luogo lunedì 22 novembre alle ore 15, presso il monumento dedicato alle vittime di femminicidio nel Piazzale dei Salinari a Cervia, in collaborazione con il Servizio SeiDonna.

L’Assessore alle Pari Opportunità Michela Brunelli, insieme all’Assessore Bianca Maria Manzi e alle donne Consigliere del Comune di Cervia altre/i leggeranno alcuni degli elaborati raccolti dal concorso “Scrivile: Le poesie e i pensieri per le donne”, ogni anno organizzato dall’Associazione Francesca Fontana, dando altresì continuità al progetto ed affermando il valore dei contributi letterari offerti da cittadine e cittadini al tema femminile. Per questa circostanza, gli elaborati sono stati selezionati con la collaborazione di Daniela Pucci della Libera Università per Adulti Cervia, di concerto con Linea Rosa ODV. In caso di maltempo le letture si svolgeranno presso la Biblioteca M. Goia in Via Circonvallazione Sacchetti n. 111. L’evento sarà preceduto dall’inaugurazione della mattonella “I Fiori di Ravenna – Cervia Città Amica delle Donne”, presso l’ingresso del Palazzo Comunale di Cervia, alle ore 14. Il Comune ha scelto di re-inaugurare la stessa mattonella che questa estate era stata rubata, per sottolineare l’importanza della lotta contro la violenza di genere e dell’impegno del Comune di Cervia profuso da anni sul territorio a difesa delle proprie cittadine.

“In occasione del 25 novembre, Giornata Mondiale contro la Violenza alle Donne, nel cuore della nostra città, presso la sala Rubicone, allestiamo uno spazio che racconta il nostro essere donna. Uno spazio sicuro, dove toccare con mano fotogrammi di vita vissuta, in cui donne e uomini si esprimono attraverso gesti e parole gentili. “La parola che cura” non è una semplice frase, il titolo di una rassegna o una giornata da commemorare, “La parola che cura” è un monito, un luogo che accoglie la fragilità, sostiene e accompagna la donna in un percorso consapevole di rispetto e buoni sentimenti.  L’Assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Cervia, ringrazia il Gruppo Fotografico Cervese, il Gruppo Fotografico Musa, i fotografi Barbara Capanni, Roberta Fraiese, Elisa Paolucci Giannettoni, Sandra e Urbano Fotografi e tutte le persone che hanno aperto la loro casa al progetto e l’hanno accolto nella loro vita. Grazie di cuore” afferma Michela Brunelli.

Qui tutto il programma degli eventi per il 25 novembre.