Quantcast

Torna Fahrenheit 39, la rassegna dedicata al book design, dal 3 al 5 dicembre a Ravenna

Più informazioni su

Dopo cinque anni di pausa torna Fahrenheit39, l’appuntamento di editoria indipendente organizzato dall’Associazione Culturale Strativari. Il progetto, ideato dall’art director e graphic designer ravennate Emilio Macchia e a cura di eee studio (Erica Preli e Emilio Macchia), riparte in versione ridotta, interamente realizzato grazie al sostegno dell’Ambasciata e del Consolato Generale del Regno dei Paesi Bassi.

Novità assoluta dell’edizione 2021 la modalità diffusa in cui si svolgerà la tre-giorni, con la collaborazione di alcuni contenitori culturali della città, quali Laboratori Aperti (Fondazione Flaminia), Studio Record, Danilo Montanari Studio e Teatro Rasi (Ravenna Teatro).

“Fahrenheit39 negli anni era riuscito a distinguersi all’interno dell’ampio e trafficato panorama italiano di eventi legati all’editoria indipendente, grazie alla forte spinta sperimentale e al rigore formale che ne avevano contraddistinto la cifra curatoriale. Con l’ottava edizione si riparte in piccolo, in linea con quanto ci impone il periodo storico; non più un festival ma con una serie di appuntamenti dedicati alla ricerca nell’ambito del design per l’editoria” dichiara Emilio Macchia.

Al centro della rassegna la mostra “The best dutch book designs 2020”, visitabile allo Studio Record di via Sant’Alberto 29/A: saranno esposti 33 libri olandesi, “I più belli” del 2020, vincitori del premio “The best dutch book designs”, giudicati da una giuria di esperti secondo parametri specifici tra cui design, qualità di stampa e rapporto tra forma e contenuto. I Paesi Bassi hanno una lunga tradizione di progettazione e produzione di libri eccezionali, non solo per la qualità del design, ma anche per la padronanza tecnica della stampa e della legatoria.

Sempre all’interno degli stessi spazi, la mostra “New in stock” a cura di eee studio, con Susanna Lupi, Michelangelo Greco e Federico Trevisan. Anche quest’anno, come nelle precedenti edizioni, Fahrenheit39 dedica un approfondimento alla didattica per il book design. Lo fa con una selezione di 50 tesi di studentesse e studenti, laureate e laureati nelle Università di design italiane, che trattano tematiche legate all’editoria e/o sviluppate sotto forma di progetto libro.

Entrambe le mostre allo Studio Record saranno aperte sabato 4 dicembre (10 – 20) e domenica 5 dicembre (10 -13 / 15 -18). L’ingresso è gratuito e contingentato.

Le conferenze di Fahrenheit39 rappresentano da sempre il momento più importante di confronto e di ricerca sui temi del design ed editoria proposte dall’organizzazione.

L’appuntamento, in collaborazione con Ravenna Teatro, è sabato 4 dicembre alle 17:20, nel foyer del Teatro Rasi. Presente la milanese Maria Chiara Moro, art director e graphic designer, esperta di ricerca e sperimentazione all’interno e all’esterno del mondo della grafica, in particolare per la moda, l’arte e l’editoria.

Ospiti di punta le graphic designer olandesi del “Team Thursday”, Loes van Esch e Simone Trum, che dal 2010 si occupa di progettazione grafica per l’editoria e di visual identity per istituzioni culturali e aziende, tra le committenze più significative (nai010, Mondriaan Fund, Wilfred Lentz, Atelier Tomas Dirrix, Best Dutch Book Designs e lo Stedelijk Museum di Breda). Simone e Loes insegnano tipografia all’ArtEZ di Arnhem e hanno tenuto workshop e conferenze in importanti istituzioni internazionali tra le quali OTIS Los Angeles e Università di Seoul.

Il duo olandese, venerdì 3 e sabato 4 dicembre, terrà anche un workshop nei locali di Laboratori Aperti al MAR, in collaborazione con Fondazione Flaminia. Il numero dei posti è limitato e si accede gratuitamente tramite registrazione online.

Infine, per tutta la durata della rassegna Danilo Montanari Editore propone, nel suo studio di via Zirardini 3, una selezione speciale di edizioni d’artista dal suo archivio personale. Sarà un’occasione unica per ammirare una piccolissima parte della sua collezione privata di libri d’artista e dialogare a tu per tu con lo storico editore ravennate.

Più informazioni su