Quantcast

La Bassa Romagna vola virtualmente in Puglia per raccontare il festival Terrena

La Bassa Romagna parteciperà al tavolo tematico “Conservazione, valorizzazione e documentazione delle opere di land art” che si terrà online venerdì 3 dicembre alle 16. L’incontro si svolge nell’ambito del progetto “Land art 50”, per la definizione di un documento di proposte di orientamento programmatico sulla land art e l’arte pubblica, assieme con istituzioni, enti, organizzazioni e singoli esperti, artisti e curatori.

La Bassa Romagna è chiamata a portare la propria esperienza maturata con le tre edizioni del festival Terrena, dedicato appunto alla land art. Land art 50 è promosso dall’associazione UnconventionArt e finanziato dalla Regione Puglia nell’ambito del Programma straordinario 2020 in materia di cultura e spettacolo, e sostegno anno 2019 in materia di spettacolo dal vivo.

Gli otto tavoli tematici previsti nell’annualità 2021 rappresentano un prosieguo delle azioni implementate nel 2019-2020, con la realizzazione di quattro eventi pubblici presso i quattro siti Unesco di Puglia e Basilicata per raccogliere riflessioni, idee. Il documento finale che scaturirà dalle esperienze maturate dovrà favorire l’orientamento delle politiche di settore per le istituzioni coinvolte e identifica le sfide e le priorità, anche favorendo la mappatura delle esperienze di arte pubblica e land art e l’attivazione di sinergie. In tale contesto, la land art è intesa come modalità per la promozione di buone prassi relative al coinvolgimento delle comunità locali e di processi di comprensione e rappresentazione delle identità, anche con finalità legate al potenziamento dell’offerta culturale e turistica dei territori.