Si consolida il rapporto tra Cervia e Chioggia all’insegna della storia e delle tradizioni marinare

Più informazioni su

Si consolida il rapporto tra Cervia e Chioggia all’insegna della storia e delle tradizioni marinare: rapporto che viene rappresentato nell’incontro che si svolgerà sabato 12 febbraio, alle ore 11, presso la sede del Circolo Pescatori di Cervia, con  Luciano Boscolo Cucco, uno dei sostenitori delle tradizioni marinaresche.

Il rapporto tra Cervia e Chioggia, spiegano dal circolo cervese, è un rapporto che viene da lontano e affonda le sue radici nella storia tra la seconda parte dell’Ottocento e il  primo Novecento, quando numerosi pescatori di Chioggia emigrarono a Cervia per esercitare l’attività della pesca. Si insediarono nel Borgo Marina, che si stava sviluppando con le sue tipiche case a schiera

Dal punto di vista storico la marineria cervese ha origini venete. Un lavoro, quello della pesca, esercitato in condizioni difficili, irto di pericoli. Siamo nell’epoca delle barche dalle multicolori “vele al terzo”. In particolare i “bragozzi” erano le barche tradizionali della marineria veneta. In origine tutto questo era caratterizzato da un quadro di miseria diffusa, di analfabetismo, che nel corso degli anni la nascita del turismo contribuì a migliorare.

Nel corso degli ultimi decenni, caratterizzati dal tramonto a Cervia della storica marineria a strascico, rivivono però le tradizioni marinare a cura del Circolo Pescatori La Pantofla all’insegna del motto “Un mare che unisce. Storia,tradizioni, gastronomia”.  Uno dei sostenitori e referenti di questa scelta è certamente Luciano Boscolo Cucco, figura di imprenditore legato ai lavori di dragaggio delle realtà portuali adriatiche, “Cittadino emerito di Chioggia “, Amico di Cervia , “Console” per il Veneto della “Mariegola delle Romagne” e mecenate di tanti eventi di rilievo nazionale e internazionale.

Luciano Boscolo Cucco era legato da grande  amicizia con Paolo Puzzarini e dalla loro collaborazione nacque il grande evento della “Rotta del Sale Cervia-Venezia”, che a partire dal 2001 caratterizza il calendario delle manifestazioni che coinvolgono la “Mariegola delle Romagne”, l’associazione che svolge una meritoria attività di recupero, salvaguardia e valorizzazione delle barche storiche da lavoro della costa romagnola. Di questa associazione fa parte la “Tenza” di Cervia. Luciano Boscolo Cucco è riuscito a portare il bragozzo “Teresina”, una barca storica della Mariegola,  il 12 ottobre 2006, alla sfilata del  Columbus Day a New York. Immaginiamo la complessità degli aspetti organizzativi. All’evento hanno partecipato anche i cervesi Giuseppe Zannini e Stefano Puzzarini.

Nel 2008, sempre in occasione della festività colombiana, ha portato a New York la teca delle reliquie di Santa Barbara, patrona dei Marinai e dei Vigili del fuoco. Le reliquie sono conservate nella Chiesa di San Martino Vescovo di Burano. Con questo ha inteso rendere onore al Corpo dei Vigili del Fuoco duramente colpito dall’orrenda strage delle Torri Gemelle del 11 settembre 2001.Nel 2011 l’omaggio si è ripetuto con la consegna di un grande mosaico, fatto realizzare a Ravenna, che raffigura Santa Barbara. Alle iniziative di Luciano Boscolo Cucco collabora attivamente Giovanni Lucchi, già Vicesindaco di Cervia dal 1999 al 2002.

Nel 2008 Luciano Boscolo Cucco ha fatto dono al Museo della Civiltà Salinara di un quadro raffigurante la Madonna del Fuoco di Forlì, protettrice dei salinari e nello stesso anno è stata effettuata presso il museo una mostra di riproduzioni di ex voto (per grazia ricevuta).

Nell’ottobre del 2009 Luciano Boscolo Cucco ha collaborato con la gita sociale del Circolo Pescatori a Chioggia. I numerosi partecipanti sono stati ricevuti in Municipio, dando ufficialità al rapporto.

Nel 2011 ha fatto dono al Circolo  Pescatori di alcuni stemmi di famiglie di pescatori con chiare origini chioggiotte. Nelle tavolette sono riportati cognomi diffusi tra le famiglie di pescatori cervesi: Beltrame, Bonaldo, Lanza, Modonese, Padovani, Padoan, Ranzato, Penso, Penzo, Tiozzo.  Gli stemmi sono stati realizzati su tavolette in legno con la riproduzione dell’immagine e dei colori originari. Sono opera dell’artista chioggiotto Attilio Scarpa, mentre si deve al “maestro d’ascia” cervese Domenico Fioravanti una tavola in legno ricavata dal fasciame di un’imbarcazione, utilizzata come sfondo per l’esposizione permanente degli stemmi

Sul finire del 2016 sono iniziati i lavori di recupero e di restauro della barca storica Maria, del 1949, di proprietà del compianto Renzo Benini, donata dalla moglie Carmen Placuzzi e dalla figlia Francesca Benini al Circolo Pescatori per restaurarla e valorizzarla e con l’obiettivo di farne un importante elemento storico ed identitario della marineria.

I lavori di restauro e di recupero sono stati realizzati con il pregevole intervento di volontari del Circolo Pescatori legati in passato alle professioni cantieristiche e c’è stato anche il sostegno di Luciano Boscolo Cucco

“Non mancano quindi i motivi per incontrare Luciano, per ringraziarlo e per rinsaldare il rapporto di collaborazione  tra le realtà di Cervia e di Chioggia. – scrivono dal circolo La Pantofla – L’incontro si svolgerà sabato 12 febbraio, alle ore 11, presso la sede del Circolo Pescatori di Cervia. Parteciperanno all’incontro i rappresentanti dell’Associazione Ricreativa Circolo Pescatori la Pantofla, guidati dal presidente Silvano Rovida e dal vicepresidente Andrea Foli;  Franco Belletti per la gestione del Circolo Pescatori, Massimo Medri, Sindaco di Cervia. Il festeggiato, Luciano Boscolo Cucco, farà omaggio al Circolo Pescatori della riproduzione artistica di una capasanta in legno, con dipinta la barca Maria in navigazione”.

Più informazioni su