A Faenza presentata la nuova edizione di Buongiorno Ceramica

Più informazioni su

Si terrà nei giorni 21 e 22 maggio 2022 l’ottava edizione di Buongiorno Ceramica, progetto promosso e coordinato a livello nazionale da AiCC – Associazione Italiana Città della Ceramica. Dopo l’edizione straordinaria del 2020, interamente digitale, e quella “mista” del 2021 (digitale e in presenza), Buongiorno Ceramica torna quest’anno un evento dal vivo, che porta il pubblico di appassionati e di curiosi dentro le botteghe, i laboratori e gli atelier dove la ceramica artistica e artigianale viene pensata e creata tutti i giorni. Buongiorno Ceramica riparte dal fare ceramica, dal valore del fatto a mano e del pezzo unico, dalla magia e dal fascino dei luoghi dove gli oggetti e le opere d’arte prendono vita, dagli artigiani e dagli artisti che portano avanti la tradizione della ceramica e la rendono viva, anche in un momento complesso e incerto come quello presente.

Il progetto a livello nazionale mantiene la stessa formula degli anni scorsi e ha quindi come protagoniste 45 città di antica tradizione ceramica in Italia; in parallelo, la quarta edizione di Good Morning Ceramics! si svolge anche all’estero, in diversi paesi europei. Tra questi, Malta crea un “ponte” con Faenza: sull’isola, la Fondazione Gabriel Caruana presenta infatti la mostra Amici Cari, a cura di Irene Biolchini e Mary Rose Caruana, in cui vengono esposti anche una serie di disegni conservati presso la casa di Muky, materiali per una mostra che l’artista maltese Gabriel Caruana avrebbe dovuto realizzare presso gli spazi faentini.

Consolidando il format delle edizioni precedenti, Faenza organizza per i due giorni un programma articolato con l’obiettivo di valorizzare botteghe, artigiani e artisti della ceramica e di far conoscere al pubblico questi luoghi ricchi di fascino in cui quotidianamente si produce ceramica.

Sabato 21 maggio saranno infatti 23 le botteghe e i laboratori ceramici faentini che aprono le porte al pubblico, mostrando la propria produzione ma soprattutto ciò che sta dietro all’oggetto ceramico, con le varie fasi di lavorazione e decorazione; saranno diverse anche le occasioni per mettere le mani in pasta, partecipando a laboratori didattici per adulti e bambini.

Tra gli eventi nelle botteghe, segnaliamo la mostra D’altri Diluvi una colomba ascolto alla Bottega Mirta Morigi & Girls (21 maggio), ideata da Enrica Noceto per Alba Docilia, Albissola Marina, realizzata anche a Cava dei Tirreni da Pandora Ceramic Women Association; domenica 22 maggio la mostra si sposta alla Mi.Mo. Gallery in Corso Mazzini 64/A. Anche lo Spazio Mondial Tornianti Gino Geminiani partecipa insieme ai laboratori, con una mostra di opere di artisti e allievi dell’associazione e Raku in corte (21 maggio, dalle 16), riprendendo la tradizione delle cotture raku ideata da Gino nelle prime edizioni di Buongiorno Ceramica.

Domenica 22 maggio alle 18 torna in Piazza Nenni-Molinella anche l’Aperitivo del Ceramista, con il vino dei produttori del territorio, offerto da Associazione Torre di Oriolo, nei bicchieri in ceramica realizzati per l’occasione da una trentina tra botteghe ceramiche e ceramisti faentini. I bicchieri saranno venduti tutti a 15 Euro. Accompagna la serata l’intervento musicale a cura di Kairos aps.

Novità di quest’anno è poi la Colazione del Ceramista, con cui i ceramisti daranno “letteralmente” il Buongiorno Ceramica alla città: riprendendo il format dell’aperitivo, l’appuntamento sarà sempre in Piazza Nenni-Molinella la domenica mattina, a partire dalle 8. Le tazzine in ceramica realizzate dai ceramisti faentini saranno accompagnate dal caffè offerto da Mokador srl, partner dell’evento, e da una piccola colazione offerta ai partecipanti: un modo per salutare anche gli ultimi arrivi della 100 km del Passatore in Piazza del Popolo (quest’anno i due eventi sono nelle stesse date).

Un altro elemento di novità sarà il progetto espositivo “Faenza Mia/Pietra Miliare”, presentato da Ente Ceramica Faenza e ISIA Faenza Design e Comunicazione al primo piano di Spazio Ceramica Faenza, alla sua “prima” partecipazione a Buongiorno Ceramica (Via Pistocchi 16). Il progetto è stato sviluppato dagli studenti del 2° anno del biennio specialistico in Design della Comunicazione nel corso tenuto dal prof. Alessandro Gori.

Come raccontare la ceramica di Faenza oggi? Forme, stili e storie diverse si incontrano in questo allestimento dove le opere dei ceramisti faentini dialogano “emergendo” da cultura e identità comuni e in trasformazione. Il device espositivo, che a colpo d’occhio si presenta come una macchina scenografica, è pensato come un sistema modulare flessibile e ri-configurabile. Il progetto trae ispirazione dall’immagine poetica di un cumulo di argilla, un profilo appenninico, una roccia da cui emergono come incastonate le pietre miliari di Faenza Mia.

L’inaugurazione sarà il 20 maggio alle 11.30 (dopo i due giorni di Buongiorno Ceramica, l’allestimento sarà visitabile fino ad Argillà Italia). Partecipano a Buongiorno Ceramica anche i musei faentini: il MIC (con una visita guidata dal titolo “Ceramiche d’Italia”, domenica 22 maggio ore 11), il Museo Carlo Zauli e il Museo Tramonti con “Ci vuole testa”, Omaggio al Maestro Guido Mariani a un anno dalla scomparsa: il Museo Tramonti rende omaggio al Maestro Guido Mariani (1950-2021), esponendo sculture in dialogo con le opere di Guerrino Tramonti. Sarà esposta anche un’opera di Emiliano Mariani.

Lo Studio Ivo Sassi in Via Bondiolo 11 apre le porte al pubblico sabato 21 maggio, con due visite guidate dal titolo “Di sé mai pago. La ceramica di Ivo Sassi tra avventura e sfida” (visita guidata & musica, alla chitarra classica David Tucci).

Il Museo Lega in Via Fratelli Rosselli 6 organizza l’evento “Buonasera Museo Lega” (sabato 21 maggio), con visita guidata al museo e apertura del laboratorio, aperitivo e musica e alle 19.30 sfornata serale del vecchio forno, in cui verranno sfornate le ceramiche realizzate dai ceramisti faentini e smaltate con la tecnica di Ceramiche Lega, con sfumature del rame e lustri. Le ceramiche saranno in vendita domenica 22 maggio, in beneficenza a favore dell’Ucraina presso Ceramiche Lega (Corso Mazzini 74/C).

Anche il Museo Diocesano di Faenza conferma la sua partecipazione a Buongiorno Ceramica con lo Spazio espositivo Chiesa di Santa Maria dell’Angelo, dove è in corso la mostra Disvelare il Sacro Meraviglie restaurate al Museo Diocesano: in esposizione anche una terracotta policroma di Giuseppe Ballanti, Santa Filomena (1836). Per la rassegna Musica e Spirito, si terrà qui il concerto dei Solisti e Orchestra della Cappella Musicale di San Francesco di Ravenna, in collaborazione con la Scuola di Musica G. Sarti, con musiche di Buxtehude, Haendel, Bach (sabato 21 maggio ore 21).

Infine, alla Galleria Comunale d’Arte la mostra Le ceramiche donate a Pietro Crementi dagli artisti faentini, organizzata dalla 100 km del Passatore. L’edizione 2022 di Buongiorno Ceramica si arricchisce poi di una anteprima speciale, la presentazione dell’opera editoriale a cura di Carmen Ravanelli Guidotti Gentile Fornarini pittore e vasaio di Faenza. Vita e lavoro nel libro dei conti di un maestro del Rinascimento, venerdì 20 maggio alle 17 al Cinema Teatro Sarti, Via Scaletta 10. Un libro che racconta una “storia ceramica” della Faenza rinascimentale e che sottolinea il collegamento tra il passato, il presente e il futuro della produzione ceramica a Faenza, proprio nei giorni di Buongiorno Ceramica, dedicati alle botteghe ceramiche di cui Gentile Fornarini è stato precursore e antenato.

“La nuova edizione di Buongiorno Ceramica -ha detto il sindaco di Faenza, Massimo Isola- sarà un’edizione importante dopo quelle proposte nei due anni passati, una solo digitale e una mista. Questa sarà l’edizione della ripartenza nella quale in 45 città italiane e in diverse città europee andrà in scena il meglio della produzione artistica e artigianale dei nostri maestri ceramisti e dove il cuore della manifestazione sarà senza dubbio la bottega Ceramica. I visitatori troveranno le mappe che racconteranno la grande vivacità del settore dopo due lunghi anni di chiusure e ripartenze ma soprattutto di assenza di contatti. Durante questa edizione si potranno visitare atelier, partecipare a workshop, spazi nei quali i nostri artigiani lavorano tutti i giorni con grande passione e capacità. Si potranno anche frequentare mostre, musei, scuole aperte, eventi e performance come quelle che organizziamo a Faenza, soprattutto in piazza Nanni. Un grande appuntamento nazionale quindi che inoltre presenteremo alla Camera dei Deputati accendendo i riflettori sul Made in Italy e su un artigianato che sempre di più rappresenta una dorsale economica produttiva per il nostro Paese. Non solo economia però. Infatti, dietro questo mondo vivo c’è anche una grande dimensione sociale, civile e culturale. Le nostre città sono pronte e si presenteranno al meglio. Sono convinto che questa manifestazione continuerà a darci ottime soddisfazioni e racconteremo il prezioso patrimonio che rende unico e originale il nostro Paese. Per quanto riguarda il programma faentino, anche Faenza si presenterà con grande energia. Le nostre Botteghe saranno aperte, lo Spazio Ceramica Faenza, in piazza Nenni, rimarrà aperto con orari ampi dove si svolgeranno due eventi, organizzati da Ente Ceramica. I nostri laboratori, musei e gli spazi museali, Tramonti, Sassi, Lega e Zauli osserveranno aperture straordinarie con appuntamenti di grande interesse. La Galleria della Molinella ospiterà la mostra dedicata alla ceramica nel rapporto con la 100Km del Passatore”.

In occasione di Buongiorno Ceramica, gli Amici della Fontana organizzano inoltre visite guidate ai sotterranei della fontana monumentale (domenica 22 maggio, ore 9.30-12.30 e 16-19). Tutti i dettagli del programma nel pieghevole e su www.buongiornoceramica.it / www.enteceramica.it

Il programma faentino della quinta edizione di Buongiorno Ceramica! è organizzato da Ente Ceramica Faenza e Comune di Faenza, insieme a botteghe e laboratori ceramici, MIC – Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza, Museo Carlo Zauli, Museo Tramonti, Studio Ivo Sassi, Museo Lega, Museo Diocesano, ISIA Faenza, Associazione Mondial Tornianti – Gino Geminiani. Con il sostegno di Mokador srl.

Più informazioni su