“Speer e Piacentini”, conferenza di Sandro Scarrocchia del Politecnico di Milano al Salone dei Mosaici

Più informazioni su

Sabato 21 maggio alle 17:30, al Salone dei Mosaici della Casa del Mutilato di Ravenna (ingresso da via IX Febbraio 1) si terrà la conferenza sull’architettura “Speer e Piacentini” a cura di Sandro Scarrocchia (Politecnico di Milano), organizzata dall’Associazione culturale “Tessere del ’900” e dall’Ordine degli Architetti di Ravenna. L’incontro è nell’ambito del ciclo “Architettura e Potere”, ideato da Alberto Giorgio Cassani. La conferenza di Sandro Scarrocchia sarà moderata da Piero Casavecchia, Presidente dell’Associazione: introdurrà Alberto Giorgio Cassani, docente all’Accademia di Belle Arti di Venezia e componente del Comitato scientifico dell’Associazione. La conferenza si potrà seguire online sulla piattaforma Zoom, inviando richiesta alla mail il giorno prima (info@tesseredel900.it) e in diretta Facebook  sulla pagina di Tessere del 900 e in seguito sul canale YouTube dell’Associazione e dell’Ordine degli Architetti.

Quali furono le relazioni in architettura fra Italia e Germania nel periodo del fascismo? l due “architetti di stato” Marcello Piacentini e Albert Speer ebbero contatti, ricevettero precisi ordini per l’“edificazione” dell’Asse Roma-Berlino? Quale fu il contributo che essi diedero a tale imperativo politico?  Dallo scavo di anni in archivi italiani e tedeschi e dall’uso filologico e originale delle fonti emerge un quadro complessivo e unitario dei rapporti intercorsi fra i due architetti negli anni Trenta.  Ripercorrere la loro intensa attività progettuale, analizzarne i contenuti politico-culturali, evidenziarne il contributo alla definizione del fascismo italiano e del nazionalsocialismo tedesco, implica non soltanto tracciare un palinsesto inedito utile a colmare un vuoto della storiografia europea del Novecento, ma anche affrontare le diverse modalità con cui i due paesi, l’Italia e la Germania, guardano alla loro “eredità scomoda”. Alla ricerca di un senso nei meandri sempre più interdisciplinari e transculturali della ricezione contemporanea di quell’eredità.

Sandro Scarrocchia. Laureato in Architettura all’Università di Firenze (1977); specializzato all’Università di Vienna e Bologna (1983); PhD all’Università di Bonn (1995) e abilitato come Ordinario in Storia dell’arte nell’Abilitazione Scientifica Nazionale (2014). Già docente di Metodologia della progettazione e di Teoria e storia del restauro all’Accademia di Belle Arti di Brera, attualmente docente (a contratto Alta Qualificazione) di Storia dell’Arte presso il Politecnico di Milano.

La conferenza viene fatta in collaborazione e con il patrocinio dell’Ordine degli Architetti di Ravenna e sono previsti Crediti formativi per gli iscritti all’ordine che parteciperanno. Al termine delle conferenze Cena con l’Autore presso il Ristorante Passatelli.

Più informazioni su