Quantcast

A Marina di Ravenna il Circolo degli Attori Mini porta sul palco i bimbi dai 5 anni ai 13 anni

Più informazioni su

Il Circolo degli Attori Mini porta sul palco dal 30 Maggio i bimbi attori dai 5 anni ai 13 anni. Il 30 Maggio si esibirà la classe di Serena Ballarin (insegnante e referente della scuola under 13 a Marina di Ravenna) e alle 20 ci sarà un Open Day di presentazione dei corsi estivi, mentre dal 6 all’8 Giugno sono pronti per stupire i piccoli attori di Chiara Roncuzzi.

Piccoli e teneri ma motivati e inarrestabili, si vedranno sul palco dei veri e propri professionisti “mini”. I saggi si tengono a Marina di Ravenna in Piazzale Marinai di Italia 18. Per informazioni e prenotazioni tel. 342 3019159.

I corsi estivi e l’Accademia triennale a numero chiuso da settembre per mini Attori

Chiara Roncuzzi è la coordinatrice e insegnante de Il CIrcolo degli Attori mini (under 14) di Ravenna. Ha guidato quest’anno oltre 60 bambini suddivisi in più classi e con età differenti.  Da settembre oltre a confermare i corsi settimanali nasce l’Accademia triennale per giovani attori.

“Ci siamo accorti” spiegano Deda Fiorini e Cristiano Caldironi, fondatori della scuola, “…che ci sono bambini che fanno teatro per giocare e divertirsi; iniziano un corso nella nostra scuola ma non hanno una motivazione forte nel fare di quel gioco un impegno maggiore. Ci sono invece  altri bambini che hanno già delle attitudini e delle motivazioni più grandi nei confronti della recitazione e per questo abbiamo deciso di creare una Accademia a numero chiuso, dove i piccoli aspiranti attori, previo un piccolo colloquio con l’insegnante in cui spiegheranno la loro motivazione nel voler accedere all’accademia, verranno poi ammessi alla Scuola.” La Accademia Triennale parte dai 9 anni fino ad un massimo di 14 anni.

Circolo degli Attori Mini

Le parole di Chiara Roncuzzi, la coordinatrice e insegnante della Scuola e Accademia Il Circolo degli Attori mini

“Il teatro promuove lo sviluppo del bambino/a sin dalla tenera età’ perché fornisce consapevolezza di se stessi e del proprio corpo, dà un ruolo alle emozioni affrontandole e prendendone coscienza.
Aiuta a capire regole, rispettare tempistiche  e sopratutto a collaborare con i propri simili mantenendo una grande forma di rispetto. Ogni bambino deve rispettare i suoi tempi e sotto forma di giochi inconsciamente imparano a conoscersi meglio e a superare i loro limiti.  Il teatro e’ magico, può riuscire a contenere forme di troppa esuberanza o far emergere aspetti nascosti dalla timidezza.  Da al bambino/a l’opportunità di aprirsi, sfogarsi e riconoscere situazioni, sentimenti attraverso esercizi semplici ma profondi.  Accompagnarli in un percorso teatrale significa essere una sorta di mentore che comprende e capisce  ogni singolo loro bisogno e attua un metodo personalizzato su ognuno di loro. Perché ogni bambino/a e’ diverso dagli altri, ha un vissuto e un carattere tutto suo e proprio per questo la base del nostro insegnamento si basa sul rispetto nei loro confronti e sul rispetto degli altri  in un gruppo di lavoro” dice Chiara Roncuzzi.

Più informazioni su