Torna a Cervia il Festival delle Arti: 43 artisti espongono in piazza dei Salinari

Più informazioni su

È dedicata al sale la XXI edizione del Festival delle arti di Cervia che parte il 24 giugno e continua fino a domenica 26 giugno, tutte le sere nel Piazzale dei Salinari di Cervia. La consueta formula del festival vede 43 artisti lavorare dal vivo en plein air. Completano il programma i concerti serali e i laboratori d’arte per i bambini.

Si ispira a un tema caro al territorio in cui si svolge, il Festival delle arti di Cervia, che per l’edizione targata 2022 ha scelto come protagonista il sale. “Sapore di sale-sapore di mare, un gusto un po’ amaro di cose proibite” è il tema della kermesse estiva che si svolge dal 24 al 26 giugno organizzata da 21 anni dall’associazione “Il Cerbero” che, anche quest’anno, porterà 43 artisti in Piazza dei Salinari sul porto canale di Cervia, per creare in diretta.

salinari

Il Festival delle arti 2022 vuole trasformare in arte due elementi eccezionali di Cervia: il sale e il mare. Dipingere con l’acqua di mare, trasformare il sale in colore, farne sculture, oggetti di designer, lampade, vetrate. Per l’occasione gli artisti avranno a disposizione del sale donato dalle Saline di Cervia che l’estro e la creatività degli artisti trasformerà in materia artistica, per poi divenire opera d’arte. Per Cervia, luogo di mare e capitale del sale, il cosiddetto “oro bianco”, il sale ha contribuito a preservare salute e cibi permettendo di trasformare il territorio in una società più evoluta e di potenziare lo sviluppo fisiologico. La conservazione degli alimenti, è stata un’esigenza che ha interessato l’uomo fin dalle prime forme sociali, soprattutto via via che esso da nomade si trasformava in stanziale e da quando inizia l’attività agricola di produzione vegetale e allevamento animale. Per lavorare alle saline di Cervia dalle zone vicino ad Alfonsine c’era chi si alzava alle due del mattino e con la bisaccia sulle spalle in biciletta per chi l’aveva o a piedi, in gruppo si recavano in salina. Al termine della giornata lavorativa o della stagione se ne tornava a casa con un sacco di sale come compenso.

Oltre agli artisti il festival propone una serie di laboratori per bambini.S’impara la pittura con Luciano Medri e Mariotti Mara, si può costruire un fiore con Elena Butmalai, s’impara l’arte del mosaico con Cinzia Montanari e Paola Maltoni, mentre il laboratorio di origami a tema è svolto da Gregorio Prada Castillo. Ogni sera un concerto accompagna l’evento, si parte venerdì 24 giugno con il concerto del gruppo musicale Etilisti Noti mentre il 25 giugno si esibisce il gruppo Jean Fabry con lo spettacolo “Dove il mondo è diverso” doppia voce, sei corde e oggetti trovati sulla spiaggia. Infine domenica 26 giugno salirà sul palco L’emisurëla Folk Orchestra, una piccola orchestra folk a conduzione familiare nata a Faenza nella primavera del 2021.

Gli artisti

Daniela Albani, Paola Alboni, Margherita Amicucci, Paolo Ancarani, Alexandra Denise Baglio, Marcella Belletti, Luciana Bellotti, Liliana Borgia, Ombretta Boromei, Calcinari Ansidei Eliseo, Silvana Cardinale, Barbara Casabianca, Roberta Dallara, Rosanna Emmi, Fausto Ferri, Francesca Forlazzini, Laura Gamberini, Tommaso Galassi, Laura Landi, Massimo Marchetti, Mauro Magri, Mascia Margotti, Mara Mariotti, Sabrina Mazza, Luciano Medri, Romano Neri, Paola Maltoni, Sergio Manganelli, Marie Menò, Michela Militano, Cinzia Montanari, Luciana Mussoni, Francesco Panetta, Paolo Placci, Dina Polidori, Gregorio Prada Castillo, Liliana Quadrelli, Elisabetta Randi, Elvira Riviezzo, Luisa Romani, Laura Rondinini, Beatrice Solazzo, Gloria Tabanelli, PaolaTassinari, Sara Valenti.

 

Più informazioni su