Francesca Proia al Fem Garden di via Rocca ai Fossi a Ravenna con “Trascorritorio” foto

Più informazioni su

Il secondo appuntamento della rassegna letteraria A spalle nude, organizzata dalla Casa delle Donne di Ravenna al Fem Garden di via Rocca ai Fossi in zona Rocca Brancaleone a Ravenna, è con la ravennate Francesca Proia e il suo primo romanzo, Trascorritoio.

L’incontro si terrà nel giardino dell’ex Ser.T., mercoledì 6 luglio alle 18.

La trama

Tacita è un’attrice dalla mente complessa e un burrascoso rapporto con sua sorella Tundra. Una furiosa lite in famiglia la spinge lontano, al museo di Prato, dove l’esperienza artistica e spirituale nel “Trascorritoio”, allegorico corridoio opera d’arte di un artista brasiliano, guiderà la donna lungo un percorso fatto di muri, ombre e memoria. Passo dopo passo, Tacita cerca di sciogliere i nodi irrisolti della sua vita, intraprendendo un viaggio alla ricerca della propria luce, di una nuova forma di sé.

L’autrice

Francesca Proia è coreografa, danzatrice e autrice, fondatrice della scuola di alta formazione e ricerca yoga “I vasi comunicanti”. Ha lavorato come danzatrice in Italia e Francia per le compagnie Monica Francia, Habillé d’eau, Masaki Iwana. Ha collaborato a lungo ed è stata assistente coreografa per il regista Romeo Castellucci. Attiva nell’ambito della creazione performativa, ha presentato i suoi lavori nei maggiori festival italiani e in Francia, Germania, Giappone e Stati Uniti. Interessata da sempre alle pratiche di rinnovamento percettivo, giovanissima si è diplomata insegnante di yoga. Tutto il suo lavoro è attraversato da un percorso di studio dello yoga, che diviene una forma di ricerca poetica appoggiata sulle tecniche sottili.

A Spalle nude prosegue poi con un altro appuntamento confermato per mercoledì 13 luglio alle 20.45, con Anna Nadotti, traduttrice, scrittrice e critica letteraria, che ha realizzato la traduzione del libro “Il re ombra” di Maaza Menghiste (Ed. Einaudi), crudissimo quanto necessario affresco sulla storia coloniale italiana in Etiopia, osservata dal punto di vista della popolazione invasa.

La rassegna si fermerà ad agosto, per riprendere poi con un’appendice nel mese di settembre, ma le date sono ancora in corso di definizione.

Tutti gli incontri sono a partecipazione gratuita.
Il Fem Garden è a Ravenna in via Rocca ai Fossi 20.
Per ulteriori informazioni: casadelledonneravenna@gmail.com

Più informazioni su