Arrivano i martedì d’agosto con Balconi & Cortili

Più informazioni su

Presentati oggi, 2 agosto, a Faenza in conferenza stampa i Martedì d’Agosto dall’assessore alla Sicurezza Massimo Bosi e dall’assessore al Turismo Federica Rosetti. L’obiettivo della manifestazione è tenere sempre il centro vivo anche in agosto per i tanti faentini che resteranno in città.

Ben cinque martedì d’agosto dal 2 al 30 agosto realizzati grazie al coordinamento del MEI e a cura di Roberta Barberini della Casa della Musica con Balconi & Cortili, di Andrea Conti della Coldiretti con Campagna Amica, del Trio italiano per Ferragosto sotto le Stelle e di Aldo Ghetti del Museo del Risorgemnto e di Aldo Fabbri degli Amici della Fntanta e del Notaio Michele Bucchi per i Balconi.

Dopo il grande successo della prima edizione estiva dello scorso anno e le anteprime a luglio di quest’anno torna per tutti i martedì di agosto la fortunata rassegna Balconi & Cortili organizzata dalla Casa della Musica di Faenza in collaborazione con il MEI di Faenza con il supporto del Comune di Faenza, Coldiretti di Ravenna con Campagna Amica e Faenza C’entro.

Per cinque martedi d’agosto dalle ore 20 e 30 Piazza della Liberta, con la centro la bellissima Fontana Monumentale,  dal 2 l 30 agosto, si animerà con musica, cibo e talenti a kilometro zero.
Il programma musicale prevede martedì 2 agosto dalla ore 20 e 30 I Musicanti Improvvisi, che saranno la resident orchestra dei cinque martedì in Piazza della Liberta’ a fianco di Campagna Amica, nei quali si alterneranno diversi ospiti, tra questi, martedì 2 agosto tocchera’ al cantautore Fabrizio Caveja sul Balcone sopra FM presentare il suo nuovo disco , mentre il 9 agosto dal Balcone del Museo del Risorgimento a  Palazzo Laderchi sopra l’Enoteca Astorre si esibira’ il cantautore Edgar, vincitore de Il Liscio nella Rete 2022 con il brano Biricihina, mentre a Party di Ferragosto del 16 agosto di fronte alla Fontana Monumentale l’ospite sara’ il fisarmonicista Aldo Fabbri, il musicista che dono l’anno scorso la sua fisarmonica alle vincitrice de Il Liscio nella Rete 2021 Emisurela e un’altra al Museo del Risorgimento di Faenza, mentre il 23 agosto si torna sul Balcone del Museo del Risorgimento di Palazzo Laaderchi sopra l’Enoteca Astorre con il Duo Kaustico composto da Marco Vitali e Luca Savorani, emtnre la grande conclusione sara’ martedì 30 agosto con la straordinaria e unica e imperdibile versione folk dell’Onda Rosa Indipendente, un progetto musicale nazionale a cura del MEI, che avra’ la sua  finale a Bologna in Piazza Lucio Dalla il 29 settembre in apertura del MEI25 Tutti i martedì dalle 18 alle 22 e 30 ci sara’ il Mercato degli Agricoltori di Campagna Amica della Coldiretti, a cura di Andrea Conti della Coldiretti, mentre tra gli eventi speciali sono gia’ da segnalare il martedì 8 e martedì 23 agosto l’apertura straordinaria del Museo del Risorgimento con due visite guidate dalle ore 21 e 30  alla mostra “Napoleone e il Risorgimento Italiano – La Battaglia di Faenza 1797” coordinata da Aldo Ghetti, Direttore del Museo del Risorgimento,  mentre martedì 16 agosto a partire dalle ore 20 si terrà l’apertura straordinaria della Fontana Monumentale con una visita guidata unica e imperdibile a acura degli Amici della Fontana.

I 𝐌𝐮𝐬𝐢𝐜𝐚𝐧𝐭𝐢 𝐈𝐦𝐩𝐫𝐨𝐯𝐯𝐢𝐬𝐢 sono un collettivo musicale che dal 2016 si ritrova ogni martedì sera e fa musica, in genere in piazza del Popolo a Faenza, ma spesso porta i suoi “trebbi musicali” anche in altri luoghi della Romagna. La formazione è variabile, composta da giovani musicisti, non utilizza alcuna amplificazione, nessuna scaletta. Chiunque può farne parte se ha voglia di improvvisare e sa stare al gioco, quello della musica e della condivisione.
Ai Martedì d’Agosto di Faenza proporranno un 𝐫𝐞𝐩𝐞𝐫𝐭𝐨𝐫𝐢𝐨 𝐝𝐢 𝐦𝐮𝐬𝐢𝐜𝐡𝐞 𝐞 𝐜𝐚𝐧𝐭𝐢 𝐩𝐨𝐩𝐨𝐥𝐚𝐫𝐢. La formazione  aperta sarà composta da: Libero Baldini alla voce e percussioni, Anna De Leo al violino, Thomas Foschini al violino, Damiano Satalino alla chitarra, Matteo Zambrini alle percussioni, tra gli altri.
Fabrizio Caveja  e’ di una scuola di un Cantautorato selvatico dalla Romagna, tra il funk e la provincia italiana.
Con echi battistiani e una forte contaminazione nera, presenta gli ultimi due album-concetto, “Terra Sacra” e “Nuovo Mondo”, sull’importanza delle radici e il ritorno agli elementi essenziali dell’essere umano: terra e spirito.

Fabrizio Caveja Barnabè nasce a Faenza (Romagna) nel 1988. Dopo alcune esperienze giovanili (Karmica*), dal 2013 porta avanti il progetto Fab (e i fiori) con cui si esibisce dal vivo fino al 2016. Parallelamente si affina come polistrumentista e produttore artistico, registrando e producendo in autonomia 7 album da solista. Oltre alla forma concerto classica con la band e in acustico voce-chitarra, si esibisce in concerti-escursione a tappe: canzoni a km 0, eseguite e narrate direttamente nei luoghi in cui sono nate e di cui parlano.
Dal 2019 si dedica alla realizzazione congiunta di due album (“Terra sacra” (2021) e “Nuovo mondo (Yatagàn!)” (2022) complementari, che affrontano il tema della Romagna nel rapporto fra la vita e la morte, il passato e il futuro, Dio e la natura.
Se TERRA SACRA è un’opera sulla morte, sul passato e sul rapporto individuale, intimo, solitario con la natura circostante; “NUOVO MONDO (YATAGÁN!) invece è il suo opposto speculare: incentrato sulla vita, sul futuro e sulla collettività. Gli elementi ricorrenti in Terra sacra sono i fossili, le rocce, i ricordi (tutti segni del passato), è tutto cantato in prima persona singolare (“io”), trattandosi di un viaggio personale su un sentiero (elaborando un lutto). Il Nuovo mondo (Yatagàn!) invece è il luogo in cui quel sentiero porta, ed è tutto cantato in “noi”. Pieno di figli potenziali, di energia feconda, di slancio vitalistico verso il futuro.

Il centro della programmazione di agosto sarà come d’abitudine fin dal 1994 Ferragosto sotto le Stelle, il Capodanno estivo faentino, che vede al centro grazie al grande successo sempre raggiunto il Trio Italiano che proprio al primo Ferragosto sotto le Stelle si diede questo nome.
Insieme a loro il cantautore  Vittorio Bonetti con un omaggio a Cassio Babini e Giordano Sangiorgi che intervistera’ Gianni Siroli sul suo ultimo libro sulle storie della Balera con un omaggio a Eddie Ponti.
Piazza Nenni a Faenza è pronta a ospitare come oramai da lunghissima tradizione che parte nel 1994 insieme al Brindisi di Capodanno  ’Ferragosto sotto le Stelle’. La rassegna, giunta ideata da Giordano Sangiorgi, porterà sul palco, dalle 20.30, il live del Trio italiano, guidato da Gaetano Barbarito e composto da Paolo Giovannini alla chitarra e Raffaele Montanari al basso. In occasione della kermesse, quest’anno dedicata  come sempre al compianto sindaco di Faenza Enrico De Giovanni, la band porterà sul palco brani inediti, insieme all’ormai ’quarto uomo’ del Trio, il batterista Daniele Cicognani.

Saliranno sul palco anche Vittorio Bonetti, il cantautore proveniente dal successo di The Voice che omaggerà il grande e compianto cantante faentino Cassio Babini amico del Ferragosto sotto le Stelle dove era sempre presente, e il giornalista, scrittore e conduttore tv Gianni Siroli che intervistato da Giordano Sangiorgi presenterà il suo ultimo straordinario libro intitolato Ricordi di Ba..l’era, Storia e Discografia delle Orchestre da Ballo Romagnole del ‘900.Durante la serata si terra’ uno speciale ricordo di Eddie Ponti, promoter e talent scout faentino dimenticato, giornalista, scrittore speaker radiofonico nazionale nell’era del Beat e omaggiato recentemente a Roma per i 50 anni del Festival Prog di Villa Pamphili.  Infine, sarà annunciato il Brindisi sotto la Torre dell’Orologio che quest’anno vedrà tornare sul palco la giovane e lanciatissima band faentina delle Onde Radio.

Il Trio Italiano e’ oramai da circa trent’anni il gruppo caposaldo dell’intrattenimento Made in Italy a livello territoriale. Hanno realizzato diversi cd con tantissime cover compresi alcuni brani inediti e hanno partecipato alle piu’ importanti manifestazioni del territorio e a tantissimi eventi nei più importanti ritrovi della zona. Sono un punto di riferimento per la storia dell’intrattenimento musicale in città.
L’ingresso a Ferragosto sotto le Stelle è come sempre ad offerta libera.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.