Martedì 2 agosto serata “Salotto al femminile” al giardino del Grand Hotel di Cervia con Elisa Rovesta, Margherita Guglielmino e Chiara Bello

Proseguono gli appuntamenti di “Cervia, la spiaggia ama il libro”. Martedì 2 agosto “Salotto al femminile”, alle ore 21 nel Giardino Grand Hotel Cervia, la scrittrice Elisa Rovesta presenterà il libro ‘Fatti di umani. Racconti in cui non succede niente’ – Ed. Il Rio. A seguire la scrittrice Margherita Guglielmino presenterà il libro ‘Un letto troppo affollato (una pistola per tre)‘ – Ed. GAEditori. Successivamente la scrittrice Chiara Bello presenterà il suo romanzo ‘Amaremale’ – Ed. Il Ponte Vecchio. Incontro in collaborazione con l’associazione “Cervia Volante”

Negli anni la manifestazione cervese è stata in grado di innovarsi e rinnovarsi garantendo al pubblico le firme più prestigiose del panorama giornalistico, letterario e intellettuale. Durante gli anni, l’offerta culturale cervese ha potuto garantire un evento di grande caratura, portando in città nomi noti al grande pubblico facendo così conoscere la città di Cervia in tutta Italia.

Durante le serate sarà possibile acquistare i libri presentati e, al termine, è in programma il momento del ‘Firmacopie’.

Il libro “Fatti di umani. Racconti in cui non succede niente” è una rapsodia di racconti tenuti assieme da un filo conduttore comune che lega tra loro i personaggi. Interessante è la descrizione di “tipi” contemporanei, poco o nulla approfonditi dai nostri media e dalla narrativa contemporanea. Elisa Rovesta ha tentato di descriverli grazie alla sua grande capacità di osservazione. C’è l’amante dello spugnato giallo, che rappresenta una certa “filosofia di vita”, il nutrizionista sempre arrabbiato, l’esperto di soft skills, l’architetto che vuole imporre la sua idea di bellezza, l’influencer che non ha accoliti né seguaci e così via. Una carrellata di “maschere” della contemporaneità che lottano per avere un proprio spazio nel mondo, come la single felice di esserlo, il fedifrago impenitente: personaggi bene o male legati tra loro perché si conoscono, si frequentano, sono amanti, amici, conoscenti e, come in un grande film felliniano o, meglio ancora, sorrentiniano, si ritrovano tutti a ballare a Milano Marittima dopo una cena che può ricordare una sorta di “Convivio” platonico 2.0.
ELISA ROVESTA  è da sempre interessata alle mode e ai costumi della società. Ha svolto studi giuridici e in comunicazione.

Il libro “Un letto troppo affollato (una pistola per tre)”. Quando la vice ispettrice Marta Spanò si accomodò sul vagone del treno che dalla sua Sicilia l’avrebbe portata in Piemonte, carica di sogni e aspettative per quel nuovo capitolo della sua vita, non avrebbe mai immaginato che la tranquilla Lomellina sarebbe presto diventata lo scenario di efferati crimini. Infatti il suo arrivo nel commissariato di Bellinzago Novarese coincide con la prima di una serie di sparizioni. Il paese tranquillo, in cui “non succede mai niente”, viene improvvisamente investito dalla morbosità di giornalisti e spettatori, mentre in commissariato inizia una corsa contro il tempo per fermare il serial killer che si nasconde tra i cittadini. In quest’atmosfera ansiogena, si intrecciano le vicende umane di tre poliziotte: Emma, Eva e Marta che dovranno, l’una all’insaputa dell’altra, destreggiarsi con le avances dell’ispettore Esposito, narcisista patologico, troppo impegnato a rendere il suo letto “troppo affollato”, per curarsi della risoluzione del caso.
MARGHERITA GUGLIELMINO è nata nel 1975 a Catania e vive a Ravenna dal 2015, dove insegna alla scuola primaria. Nel 2020 pubblica per GAEditori “Una bellissima storia sbagliata”, ottenendo un buon successo di pubblico e critica. Incarna alla perfezione gli aspetti delle sue due terre: la vulcanica creatività della Sicilia e la generosa accoglienza della Romagna, tanto che ama definirsi una ” sicignola”, un giusto equilibrio tra arancini e piadina. “Un letto troppo affollato” è il suo secondo romanzo, edito anch’esso dalla GAEditori.

Il libro “Amaremale”. “Divincolarsi tra ciò che si è convinti di essere e ciò che dentro si è, dimenticarsi di ciò per cui dobbiamo accontentarci e scegliere di scegliere, scardinando i propri schemi e da crisalide sbocciare farfalla: questo è ciò che fa Vittoria. Un tuffo per chiunque scandagli i meandri della propria anima, “attraverso” la propria vittoria personale”. (Mari Fusaroli)
CHIARA BELLO (Ravenna, 28 aprile 1983), dopo la maturità al Liceo Classico “Dante Alighieri” di Ravenna si è iscritta a Giurisprudenza a Bologna, mancandole la discussione della tesi, già pronta, intorno al delicato problema della pena come recupero. Ha sempre usato la scrittura come una fonte di energia, alimentando una serena visione della vita, nella quale – come ama ripetere – il coraggio assicura sempre un premio, anche a lungo termine, il bene porta il bene, l’amore porta amore.

Per tutta l’estate: “Trekking Urbano Letterario”, visite guidate ai “Villini Liberty di Milano Marittima”, “Cervia Panoramica al tramonto”, “Le Architetture del Sale” e “Storie in giardino” dedicate ai bambini. Per info e prenotazioni telefonare all’ufficio IAT della Torre San Michele al numero 0544/974400.

La manifestazione si svolge con il sostegno di Confcommercio Ascom Cervia, della Regione Emilia Romagna, di APT Servizi Emilia Romagna, del Comune di Cervia, della Camera di Commercio di Ravenna e della Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì e Federalberghi Ascom Cervia.

Gli incontri sono a ingresso libero

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.