Quantcast

Questa sera omaggio a Guido Leotta alla Casa del Teatro

Più informazioni su

Alle 21 il Teatro Due Mondi vuole rendere omaggio all’amico Guido Leotta, scomparso improvvisamente a Faenza poco più di un anno fa, nel febbraio 2014. Leotta fu una colonna portante della cultura faentina, un intellettuale vero, musicista (suonava sax e flauto nel gruppo Faxtet), scrittore ed editore.

Nel 1985 diede vita alla cooperativa culturale ed editoriale Tratti/Mobydick, da cui sono nate la rivista Tratti, fondata insieme a Giovanni Nadiani e prossima a festeggiare i suoi trent’anni, e la casa editrice Mobydick, attiva ancora oggi. Alla fine degli anni Ottanta, sempre assieme a Giovanni Nadiani, Guido Leotta trasferì le esperienze della cooperativa in un festival, inizialmente chiamato “Faenza Folk Festival” poi “Tratti’n festival”.

 

Nel 1990 debuttò il Faxtet, nato come trio blues e jazz dove Guido Leotta ha suonato sax e flauto fino all’ultima formazione con Andrea Bacchilega (batteria e percussioni), Milko Merloni (contrabbasso e basso elettrico), Fabrizio Tarroni (chitarre), Alessandro Valentini (tromba e flicorno) e Maura Chiara Letizia Montanari (voce).

 

La discografia dei Faxtet annovera ventitre pubblicazioni ricche di variazioni e miscelazioni, specchio del percorso ultra ventennale con tante collaborazioni e progetti realizzati (il tour al Jazz Festival di Cork, all’Heineken Jazz & Blues Festival di Monaghan, incisioni e spettacoli teatrali con Giovanni Nadiani, Giampiero Rigosi, con la scrittrice francese Sylviane Dupuis e il poeta fiammingo Willem M. Roggeman, progetti che hanno coinvolto gli attori Elena Bucci, Ivano Marescotti, Ferruccio Filipazzi, Matteo Belli). A ricordare Guido Leotta in questo appuntamento speciale alla Casa del teatro saranno proprio gli amici Giovanni Nadiani, Elena Bucci, Ferruccio Filippazzi e Faxtet.

 

Di seguito il programma della serata:

Poesie di Guido Leotta presentate da Giovanni Nadiani, Elena Bucci, Ferruccio Filippazzi. “Terminal (blues del broker fallito)”, spettacolo di Giovanni Nadiani e Michele Zizzari con le musiche di Faxtet. Due personaggi, un broker romagnolo fallito con il sogno nel cassetto della scrittura e uno spelacchiato gatto randagio di origini napoletane, si ritrovano a condividere il loro amaro destino di barboni. Parte un surreale dialogo sul sistema economico-finanziario imperante e le sue ricadute nella vita del pianeta, ma pure sulla vita dei due personaggi. I brani originali interloquiscono in un jazz-blues rockeggiante e sono accompagnati dalla musica dal vivo dei Faxtet.

 

La Casa del Teatro è in via Oberdan 7/a.

L’ingresso alla serata è ad offerta libera (all’uscita) Si consiglia di prenotare telefonando al numero 0546.622999. Per ulteriori informazioni scrivere a info@teatroduemondi.it o consultare il sito www.teatroduemondi.it

Più informazioni su