Quantcast

Link Sponsorizzato

Aprire uno studio legale a Ravenna: come calcolare la spesa iniziale?

Per un avvocato, aprire uno studio legale a Ravenna rappresenta una grande opportunità. È infatti vero che questi professionisti possono lavorare anche presso uno studio già avviato, ma è altrettanto vero che le prospettive di guadagno aumentano vertiginosamente se si mettono in proprio. Naturalmente, per aprire un’attività di questo tipo occorre compiere un investimento perché le spese da sostenere sono diverse ed è dunque importante calcolare tutti i costi iniziali, in modo da avere chiaro il budget necessario. 

Vediamo allora nel dettaglio quali sono le spese da mettere in preventivo per l’apertura di uno studio legale a Ravenna. 

Spese di gestione della Partita IVA

Il primo passo che ogni avvocato deve compiere per poter avviare uno studio legale e mettersi dunque in proprio è l’apertura della Partita IVA. Questa comporta naturalmente dei costi di gestione, ma fortunatamente è possibile risparmiare parecchio aderendo al regime forfettario, che consente di pagare un’imposta sostitutiva pari al 5% per i primi 5 anni e al 15% dal sesto anno in poi. Si tratta di una grande opportunità, della quale conviene approfittare almeno inizialmente: qualora il proprio fatturato annuo dovesse superare i 65.000 euro (o si perdessero uno o più requisiti, come spiegato in questa guida), allora bisogna passare al regime ordinario. Per quanto riguarda le spese relative al commercialista, al giorno d’oggi anche queste si possono tagliare: basta affidarsi ad un servizio di consulenza online come Fiscozen. In tal caso, con 299 euro + IVA all’anno si ottiene il pacchetto completo di apertura e gestione della Partita IVA in regime forfettario e si risparmia dunque parecchio. 

Spese di gestione dello studio

Tra i costi che bisogna mettere in preventivo per lapertura di uno studio legale troviamo poi tutti quelli legati alla struttura: dallaffitto al mantenimento (bollette, eventuali spese condominiali, linea internet, ecc.). In questo caso diventa difficile fare una stima dei costi, in quanto le tariffe dipendono strettamente dalla zona di Ravenna in cui si decide di aprire lo studio. Sicuramente, scegliere un quartiere centrale significa spendere di più ma al tempo stesso consente anche di avere una maggiore visibilità e di acquisire un maggior numero di clienti. 

Spese per pubblicità e marketing

Avviare un studio legale a Ravenna non è sempre facile: la concorrenza non manca e per questo motivo conviene investire nel marketing, per farsi conoscere ed acquisire clienti. Il budget fortunatamente al giorno doggi può essere limitato, specialmente se si sceglie di investire in campagne online, allinterno dei social network come Facebook o su Google. Daltronde è su questi canali che vale la pena puntare almeno inizialmente.

Costi per il personale

Inizialmente è possibile anche fare a meno del personale, ma con il passare del tempo e laumento della clientela assumere una segretaria ed eventualmente altri avvocati specializzati in differenti rami si rivela sicuramente una scelta vincente per ampliare il proprio business. Questa è una delle voci di spesa più elevate, ma è anche vero che dal momento in cui si necessita di collaboratori significa che lo studio è ormai avviato e che i guadagni non mancano. 

Più informazioni su