Le notizie dal territorio

Informazione Pubblicitaria

Aspirapolveri senza sacco: pro, contro e modelli online

Trovare liste, classifiche, elenchi dei migliori aspirapolveri senza sacco online non è difficile. Prima di dedicarsi però alla scelta di quello che diventerà il proprio aspirapolvere, vale la pena di provare a capire che ha di diverso un aspirapolvere di questo tipo rispetto al più tradizionale aspirapolvere con sacco e perché – e se – è davvero migliore.

Aspirapolveri senza sacco: cosa sono e perché sceglierli

Semplificando molto ma come suggerisce lo stesso nome, si tratta di un aspirapolvere in cui non c’è un sacco deputato alla raccolta di polvere e residui perché sostituito da un apposito contenitore, in genere dotato tra l’altro di un filtro che impedisce allo sporco di raggiungere i meccanismi che assicurano il funzionamento dell’aspirapolvere. Si potrebbe pensare agli oggetti di questo tipo come oggetti recenti, arrivati sul mercato da poco e per soddisfare le esigenze di praticità e velocità di clienti che hanno sempre meno tempo da dedicare alle faccende domestiche, ma in realtà è da almeno un ventennio che le aziende del settore producono aspirapolveri e scope elettriche senza sacco.

Ciò non può che far pensare, tra l’altro, a una serie di plus che oggetti di questo tipo hanno rispetto ad aspirapolveri di generazione precedente.

L’aspirapolvere senza sacco è più efficace e garantisce un pulito più profondo, proprio in virtù dell’esistenza di un contenitore integrato e di un filtro che scongiurano la fuoriuscita di polvere o altri residui mentre l’elettrodomestico è in azione.

Nel complesso questo aspirapolvere è anche più sicuro, dal momento che ci sono sistemi di aggancio e sgancio del contenitore per la polvere pensati appositamente e non è richiesto, cosa che invece accade negli aspirapolvere a sacchetto soprattutto più vecchi, di aprire la scocca e mettere le mani vicino ad altre componenti fondamentali per il funzionamento.

●  Se si considera, poi, che molte degli aspirapolveri con sacchetto prevedevano l’utilizzo di accessori originali e non ne ammettevano di compatibili, non è difficile immaginare che un aspirapolvere senza sacchetto risulti anche più economico e più comodo, dal momento che non si devono investire denaro e tempo alla ricerca del sacchetto giusto e del rivenditore che ne sia fornito.

● Chi abbia più a cuore le questioni ambientali, poi, potrebbe apprezzare il fatto che un aspirapolvere di questo tipo ha un impatto ridotto e non implica il consumo di carta – materiale con cui sono realizzati i sacchetti nei modelli più recenti.

C’è chi pone dei dubbi di praticità rispetto a questo tipo di elettrodomestico ed è vero, in effetti, che il contenitore di un aspirapolvere senza sacchetto andrebbe svuotato e possibilmente adeguatamente pulito a ogni utilizzo per assicurarsene il corretto funzionamento. Il tutto, però, è più difficile a dirsi che a farsi: normalmente per pulire un contenitore di questo tipo basta staccarlo dal corpo dell’aspirapolvere e rimuovere polvere e sporco, anche dal filtro se è il caso e se è staccabile; di tanto in tanto si può passare il contenitore dell’aspirapolvere con un panno umido per assicurarsi di rimuovere anche i residui più difficili.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.