Quantcast

Link Sponsorizzato

Psoriasi non solo malattia della pelle: sollievo e benessere dalla natura alle Terme di Riolo

Il 29 ottobre è la Giornata Mondiale della Psoriasi. Si tratta di una malattia cronica ad andamento recidivante, non contagiosa, della pelle che in alcuni casi può insorgere purtroppo anche in età pediatrica. È dovuta a fattori genetici e può essere scatenata o aggravata da fattori ambientali o legati allo stile di vita.  Può incidere fortemente sulla qualità della vita di chi ne è affetto, con conseguenze significative anche sulla sfera relazionale e psicologica.

Le sedi tipiche della psoriasi sono i gomiti, le ginocchia e la regione sacrale, ma possono essere interessati anche la regione periombelicale, il cuoio capelluto, i genitali, le unghie, il palmo delle mani e la pianta dei piedi. Nei bambini possono essere coinvolte anche le pieghe cutanee e il volto.

La psoriasi è una malattia sottostimata nei bambini. Spesso viene scambiata per una forma di irritazione o per una dermatite, come ad esempio la dermatite atopica.

Le cure a disposizione in età pediatrica sono limitate, in quanto molte delle terapie utilizzate negli adulti non hanno indicazione per l’età infantile o non sono ben tollerate.

In Italia stime aggiornate riportano che oltre 2 milioni di persone sono colpite da psoriasi. Molte forme lievi di psoriasi non giungono all’attenzione degli specialisti in dermatologia per cui è ipotizzabile che la percentuale totale di persone affette da tale patologia sia superiore.

Essere affetti da psoriasi non significa solo avere a che fare con dei problemi di pelle fastidiosi e spesso visibili, ma può portare con sé degli aspetti psicologici che a volte condizionano la vita di chi soffre di questa patologia.

Chi è affetto da psoriasi, infatti, può subire dei cambiamenti più o meno rilevanti nell’immagine di sé che possono portarlo a sentirsi “diverso” e, di conseguenza, ad assumere atteggiamenti di autoesclusione o a sentirsi giudicato, riscontrando delle problematiche nei rapporti di coppia e in generale con le altre persone.

Tutto questo importante carico emotivo, oltre ad intaccare l’autostima e la serenità di chi soffre di psoriasi, può diventare una fonte di stress in grado anche di interferire con il buon esito delle terapie.

Dalla natura arrivano utili strumenti per dare sollievo a chi è affetto da psoriasi. Alle Terme di Riolo, da sempre attente alla salute e benessere della persona arrivano protocolli “Tailor Made” dedicati alla psoriasi.

I fanghi naturali sorgivi applicati nei distretti colpiti, i bagni terapeutici con l’acque solfurea alternati all’acqua salsobromoiodica sono indicati nei periodi di remissione della malattia per prolungare la fase di quiescenza e ridurre in maniera significativa l’utilizzo di farmaci steroidei e non. 

L’acqua Breta (acqua solfurea) bevuta con regolarità passeggiando nel parco secolare è un ottimo coadiuvante per depurare gli organi emuntori e per ridurre lo stato infiammatorio interno dell’organismo.

Una metodica che spesso si abbina agli altri trattamenti che offre ottimi risultati sui processi infiammatori interni è l’idrocolonterapia effettuato con acqua termale.

Alle Terme di Riolo è possibile anche curare la psoriasi attraverso l’alimentazione, con percorsi personalizzati sulle esigenze del singolo.

Dal centro di ricerca delle Terme di Riolo, nasce come coadiuvante da utilizzare una volta terminato il percorso curativo, la linea di dermocosmesi studiata anche per lenire e dare beneficio alle problematiche eritemato-desquamative come la psoriasi, Shampoo Lenitivo, Mousse pH 3.5, crema intensiva lenitiva ed emulsione idratante sono solo alcuni dei prodotti dedicati alla cura della pelle.

Dott. Andrea Flamigni

Spec. Idrologia Medica

Direttore Sanitario 

Terme di Riolo Bagni Srl

 

Generico ottobre 2020

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.