Link Sponsorizzato

Smart working? I consigli di Studio T su come lavorare bene a casa al pari dell’ufficio

Mentre l’emergenza sanitaria non scompare, anzi si accentua, si torna a parlare con grande insistenza di smart working e si prendono provvedimenti per incrementarlo. In questo caso, trasformare il proprio spazio di lavoro a casa in una zona sana e funzionale è importante: permette di raggiungere il proprio pieno potenziale. In effetti, abbiamo tutti bisogno di riappropriarci dei nostri spazi e delle nostre abitudini, pertanto adottare una buona postura, avere uno spazio organizzato, respirare aria pulita e lavorare in modo attivo non soltanto aiuta a vivere meglio ma anche a lavorare meglio e ad essere più produttivi.

Vediamo alcuni accorgimenti da seguire per evitare che le nostre postazioni improvvisate (il più delle volte non idonee allo svolgimento di ore di lavoro) possano crearci fastidiosi dolori o inconvenienti.

1. Definire l’area di lavoro

Non sempre in casa si può avere uno spazio solo per il lavoro, ma bisognerebbe separare il più possibile l’area professionale dalla sfera privata, creando un confine ideale ma anche fisico. In un’ottica di organizzazione dello spazio definire le zone aiuta a mettere dei confini a livello inconscio: per esempio è possibile utilizzare elementi divisori per delimitare gli spazi, come librerie, paretine o piante. Nel caso in cui si viva con altre persone, si tratta di soluzioni funzionali per avere un po’ di privacy in più.

2. Postura corretta o dannosa? Preveniamo la tensione alla schiena e al collo

Quando siamo seduti, prestiamo attenzione alla nostra postura! Non è sufficiente infatti avere una sedia con regolazione dell’altezza e le ruote che girano. È importante prendere consapevolezza della postura e mantenerla il più naturale possibile. Utilizzare la regola dei 90° è un primo passo (se non la conosci clicca qui).

Ma per semplificare e agevolare le nostre buone abitudini è necessario sedersi prima di tutto su una sedia ergonomica ideale. Noi consigliamo sempre di provarla per testare, in base alla propria fisicità e alle varie esigenze, la sedia ideale per ciascuno.

Scarica il coupon sconto da presentare in show room! 

Generico ottobre 2020

3. Nutrirsi il più possibile di luce naturale

Ci stiamo avvicinando all’inverno, la luce del sole diminuisce, ma non il tempo che tutti noi passiamo chiusi in ufficio o in spazi con poca luce naturale. Il nostro corpo, ha bisogno della sua dose giornaliera di luce per attivare i cicli vitali biologici e se ciò non avviene i primi sintomi possono essere stanchezza, disturbo del sonno e nei casi più gravi anche la depressione.

Con un’illuminazione e colore adeguati si avrà un’influenza positiva sul nostro organismo in termini di salute, benessere e produttività, in modo completamente naturale.

Con i sistemi di illuminazione di luce biodinamica, facciamo della luce un nostro alleato, per lavorare meglio, creare, allargare gli orizzonti, per controllare gli ormoni, e per assicurarci un beneficio generale nella nostra vita quotidiana.

 4. Migliorare la qualità dell’aria, respirare aria pulita

In questi mesi abbiamo appreso in fretta quanto sia importante la salubrità dell’aria negli interni, per proteggere la salute delle persone. L’aria nella nostra casa o in ufficio può essere fino a 5 volte più inquinata rispetto all’aria aperta. Le ricerche mostrano che gli agenti che contaminano l’aria interna sono responsabili della metà dei malesseri. In ogni ambiente, dagli uffici alle case, sarà necessario elaborare una strategia che possa assicurare un ambiente salubre e resiliente, a beneficio di tutti gli occupanti.

Una soluzione è dotarsi di un purificatore d’aria certificato con sistema di purificazione a più fasi per rimuovere gli agenti inquinanti, virus e batteri. Ad esempio una scrivania può contenere in media 100 volte più batteri di una cucina. Mangiare seduti alla scrivania – si tratti di uno spuntino, un pasto completo o solo una tazza di caffè – aumenta il livello di batteri della postazione in ufficio.

A conclusione di questo articolo non vogliamo raccomandare a nessuno di stravolgere le proprie abitudini, anche perché ognuno deve essere responsabile per la propria vita e benessere, ma crediamo sia importante aumentare il livello di consapevolezza: ogni singolo individuo può fare la differenza per sé e per l’organizzazione, valorizzando tutte le risorse e prima di tutto se stesso.

STUDIO T

Via dei Mestieri, 9/11 – Godo di Russi – Ravenna

0544 419000  /  www.studiot.it

Soluzioni per lo Smart Working

 

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.