Quantcast

Cotignola: tre incontri pubblici per presentare il bilancio di previsione 2017-2019

Più informazioni su

Nel corso dell’ultima seduta del Consiglio comunale di Cotignola, che si è tenuta lunedì 19 dicembre, sono stati presentati la nota di aggiornamento del Documento unico di programmazione (Dup) e il bilancio di previsione 2017-2019. Prima dell’approvazione, i documenti saranno presentati e discussi in occasione di tre incontri pubblici in programma martedì 10, mercoledì 11 e giovedì 12 gennaio, sempre alle 20.30, rispettivamente a San Severo (circolo parrocchiale), Cotignola (Sala del Consiglio) e Barbiano (sala comunale).

 

Il Documento unico di programmazione deve individuare, coerentemente con il quadro normativo di riferimento, le principali scelte dell’amministrazione, gli indirizzi generali di programmazione riferiti all’intero mandato amministrativo, le risorse finanziarie e i relativi impieghi. In linea con le indicazioni che arrivano dalla programmazione economica a livello europeo, nazionale e regionale, anche il bilancio di previsione del Comune di Cotignola è fortemente orientato al rafforzamento degli investimenti pubblici come stimolo alla crescita.

 

“Siamo convinti che solo attraverso un rilancio dell’azione pubblica sull’economia locale si possano creare le condizioni affinché si generi nuova e buona occupazione, elemento indispensabile per tenere insieme crescita ed equità sociale – spiega il sindaco Luca Piovaccari -. Per fare ciò, oltre a dirottare le risorse derivanti dai percorsi di riorganizzazione e razionalizzazione della macchina amministrativa su nuovi investimenti, si cercherà di cogliere le opportunità di finanziamento che verranno attivate dai vari livelli istituzionali, in particolare da quello europeo, coordinando la nostra azione con quella degli altri Comuni dell’Unione per costruire le migliori sinergie possibili a seconda delle diverse linee di finanziamento da intercettare”.

 

Due le linee strategiche dell’azione amministrativa: il benessere sociale e la qualità dell’ambiente e del territorio. Sono in programma nei prossimi anni importanti interventi sull’efficientamento energetico e la messa in sicurezza degli edifici pubblici, prioritariamente quelli scolastici, sulla viabilità, sulla sicurezza urbana, sulla valorizzazione delle strutture dedicate alla cultura, sulla qualificazione degli spazi pubblici per lo sport e il tempo libero. In parallelo, rimarrà alta l’attenzione alle fasce deboli, anche attraverso lo sforzo messo in campo dal Governo e dalla Regione per creare nuovi e più efficaci strumenti di sostegno e di accompagnamento verso l’uscita da situazioni di fragilità sociale. Viene confermato il non incremento della pressione fiscale grazie alla riduzione della spesa pubblica, in virtù dei minori trasferimenti regionali e statali.

 

I principali investimenti del 2017 riguarderanno l’adeguamento antisismico del palazzo comunale (820mila euro), la sostituzione degli infissi della scuola primaria di Cotignola (310mila euro), il consolidamento e la messa in sicurezza dei soffitti della Scuola media (200mila euro), la viabilità comunale (strade, marciapiedi e parcheggi per un importo pari a 274mila euro), la rotatoria di via X aprile (150mila euro), l’ampliamento dei cimiteri e la ristrutturazione di parti monumentali di capoluogo e frazioni (598mila euro), nonché interventi sugli impianti sportivi (403mila euro).

 

Nel gennaio 2017 verrà approvato il Piano operativo comunale (Poc) attraverso il quale si darà il via a una prima importante revisione della pianificazione urbanistica del Comune di Cotignola, riducendo le aree di espansione, e quindi il consumo del territorio, creando le condizioni per l’avvio di alcuni interventi di completamento del tessuto residenziale e di ampliamento di un’importante azienda locale; interventi che produrranno anche una significativa ricaduta in termini di opere pubbliche che verranno realizzate o direttamente dal privato, o dall’Amministrazione con i proventi incassati, e che si concentreranno sempre sulle priorità richiamate sopra. Questo percorso si intreccerà strettamente con le modifiche al Psc e al Rue dell’Unione che saranno oggetto di una specifica variante che consentirà di adeguare questi strumenti all’attuale contesto territoriale ed economico.

 

“Il punto di riferimento della nostra attività amministrativa resterà quello del coinvolgimento e della corresponsabilità di tutte le energie positive della nostra comunità: imprese, attività commerciali e artigianali, rappresentanze, volontariato, cittadini – conclude il sindaco -. Per farlo continueremo a mantenere aperto un dialogo con tutta la comunità per portare avanti insieme progetti condivisi, in particolare sui temi della qualificazione del verde pubblico, delle politiche energetiche e della valorizzazione del nostro patrimonio storico-culturale”.

Più informazioni su