Questione di chimica. Ricerca, formazione e impresa si incontrano al Tecnopolo di Ravenna

Più informazioni su

Domani, mercoledì 20 marzo, è in programma al Tecnopolo di Ravenna, in Via Sant’Alberto 163, una giornata d’incontro tra ricercatori dell’Università di Bologna, studenti degli Istituti Medi Superiori, esponenti del mondo della formazione e dell’impresa ravennate.

“Questione di Chimica”, evento che ambisce a mettere in contatto persone, enti e risorse presenti sul territorio, rientra tra le attività dell’Osservatorio sulla Chimica, progetto nato nel 2018 per volontà del Comune di Ravenna e realizzato con il supporto di Fondazione Eni Enrico Mattei. L’intento dell’Osservatorio è quello di monitorare le opportunità e le necessità di sviluppo del settore chimico al fine di orientare politiche e strategie innovative per la crescita del settore in provincia di Ravenna.

L’evento, promosso dal Comune di Ravenna e organizzato in collaborazione con Fondazione Eni Enrico Mattei, Tecnopolo di Ravenna e Centro per l’Innovazione di Fondazione Flaminia (CIFLA), è stato ideato per dare risposta a una delle più sentite necessità emerse durante i tavoli di lavoro dell’Osservatorio, ovvero quella di far dialogare maggiormente mondo della ricerca, della formazione e dell’impresa.

“Crediamo fortemente nello sviluppo costante del settore della Chimica – afferma l’assessore allo Sviluppo economico Massimo Cameliani – che a Ravenna rappresenta una tradizione e una storia che non meritano di essere vanificate da una immotivata diffidenza; l’industria chimica  può contribuire infatti alla tutela e alla salvaguardia dell’ambiente attraverso la ricerca, la cultura scientifica, la sostenibilità e l’innovazione; bisogna perciò rilanciare i legami tra la comunità e il settore migliorando innanzitutto la comunicazione e garantendo la trasparenza e la correttezza delle informazioni”.

Uno dei luoghi fisici presenti in città deputato a creare tali sinergie è il Tecnopolo di Ravenna. Il Tecnopolo è parte della Rete Alta Tecnologia dell’Emilia-Romagna e include sette laboratori di ricerca industriale, fornendo competenze, attrezzature e servizi per lo sviluppo di imprese, persone e territori. Il soggetto gestore del Tecnopolo è CIFLA, che lavora quale intermediario della conoscenza tra cittadini, imprese, enti e professionisti della ricerca tecnico-scientifica.

La giornata del 20 marzo sarà suddivisa in due momenti d’incontro: al mattino i ricercatori del Tecnopolo incontreranno alcuni studenti del corso in “Chimica, Materiali e Biotecnologie” dell’ITIS Nullo Baldini di Ravenna; al pomeriggio, dalle 14:30 alle 18:00, saranno invece enti e imprese, appartenenti o connessi al settore chimico, a confrontarsi direttamente con i gruppi di ricerca del settore. Durante la mattinata gli studenti visiteranno i laboratori di ricerca del Tecnopolo, discuteranno di chimica e rifletteranno sull’ importanza – oggi ancor più di ieri – della conoscenza. Il pomeriggio, a seguito degli incontri tra imprese e gruppi di ricerca, Fabio Fava, Professore ordinario di Biotecnologie industriali ed ambientali presso la Scuola di Ingegneria ed Architettura dell’Università di Bologna, concluderà la giornata illustrando possibili orizzonti di sviluppo per il settore chimico in Italia e in Europa.

La partecipazione all’evento è gratuita e aperta a tutti gli interessanti, previa iscrizione online al seguente link: https://bit.ly/2UTPN93

Per ulteriori informazioni: giulia.gulminelli@feem.itsmascia@fondazioneflaminia.itwww.tecnopolo.ravenna.it

Più informazioni su