Liceo Classico. Concorso Benigno Zaccagnini. Al miglior saggio un premio di mille euro

Più informazioni su

L’Associazione culturale Benigno Zaccagnini, impegnata a recuperare, soprattutto a beneficio delle giovani generazioni, la memoria dello statista ravennate, evidenziandone l’attualità nei valori ispiratori della sua azione politica, ha indetto un Concorso per le scuole dal titolo “La Centralità dell’uomo nel pensiero di Zaccagnini e ai giorni nostri”. Il Concorso era rivolto agli alunni delle classi quarte del Liceo Classico Dante Alighieri.

Gli studenti dovevano redigere un saggio breve relativamente alla seguente affermazione dello statista:
“Le lacerazioni profonde del tessuto sociale, l’imporsi di sistemi economici e burocratici non dominabili dalla comune conoscenza, l’irrompere di un materialismo volgare, la tendenza alla mercificazione della vita quotidiana e i numerosi fenomeni che costituiscono i frutti amari di un progresso per altri versi esaltante, hanno spesso condotto l’uomo ad essere “servo e funzionario della sua stessa oppressione” e quasi sempre prigioniero di una nuova, angosciosa solitudine. Mi pare perciò che la crisi odierna assuma una tale qualità che per superarla davvero non può bastare il ricorso all’iniziativa politico economica. Occorre qualcosa di più: un grande sforzo collettivo, una forma più appagante di partecipazione che non si fermi alla pura esercitazione democratica, ma si faccia carico del compito di trarre l’uomo dalla sua moderna solitudine e di ricondurlo, interamente liberato, ad una società civile degnamente ricostituita.”
Benigno Zaccagnini, 1975

I partecipanti hanno letto con molto interesse i libri su B. Zaccagnini, forniti dall’associazione stessa. Il vincitore si è aggiudicherà il premio unico di mille euro, finanziato dalla BCC (Banca di credito Cooperativo Ravennate, Forlivese e Imolese) e verrà premiato domani, 6 giugno, alle ore 11 nella Presidenza del Liceo Classico alla presenza della Dirigente Scolastica prof. Giuseppina Di Massa, dei rappresentanti dell’Associazione culturale Benigno Zaccagnini e del rappresentante della BCC.

Più informazioni su