ScrittuRa Festival chiude con oltre 8.000 presenze: a settembre atteso Jonathan Safran Foer

Più informazioni su

Si è conclusa con oltre ottomila presenze la sesta edizione di ScrittuRa festival con eventi in quattro comuni della provincia di Ravenna. Molti gli ospiti nazionali e internazionali ospitati tra cui Lisa Halliday, Concita De Gregorio, Stefano Benni, Elio, Vito Mancuso, Michela Marzano, Simona Sparaco e molti altri. 

A chiudere ufficialmente il festival è stato Jonathan Coe che ha ricordato che «Ravenna ha una lunga storia letteraria», ricordando il suo concittadino che qui visse due secoli fa: Lord George Gordon Byron. Tra le iniziative nuove gli eventi per i bambini per i festeggiamento dei venti anni di Nati per Leggere svolti in diversi luoghi tra cui Corte Cavour (il 6 giugno si svolgerà alle 18 l’ultimo con Voi di Davide Morosinotto).

“Prezioso il percorso di Alberto Rollo – intellettuale milanese ed editor di riferimento per molti scrittori negli ultimi trent’anni – che ha ideato quattro percorsi – spiegano da ScrittuRa – per scoprire il lavoro di scrittura nel cinema, nelle serie tv e nella musica, assieme a Vinicio Capossela.”

“È stata una edizione molto significativa e partecipata, che lascerà il segno in chi l’ha vissuta – ha dichiarato il direttore artistico Matteo Cavezzali –. Voglio ringraziare innanzitutto i volontari che ci hanno aiutato in particolare Stefano Bon, Stefano Carattoni, Angela e Alberta Longo, Claudio Nostri, Patrizia Randi, Massimo Berdondini. Ringraziamo i comuni di Ravenna, Lugo, Bagnacavallo e Fusignano, la Regione Emilia-Romagna e la Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna senza il cui contributo e sostegno il festival non sarebbe stato possibile. Un ringraziamento particolare va a tutto il personale della Biblioteca Classense, in primis Maurizio Tarantino e Nicoletta Bacco. La Classense si conferma come un luogo sempre più centrale della attività culturale nella nostra regione, in cui abbiamo portato solo nel 2019 oltre 40 autori con la rassegna Il Tempo Ritrovato.”

“In questi sei anni – aggiunge – abbiamo ospitato alcuni tra i più importanti scrittori provenienti da Stati Uniti, Regno Unito, Francia, Spagna, Grecia, Algeria, Marocco e Cile, confermando che Ravenna è una città di riferimento per gli scrittori di tutto il mondo. Per festeggiare l’anniversario della morte di Dante, l’8 settembre, abbiamo in programma di portare in città un grande autore che darà il via alla nostra programmazione autunnale de Il Tempo Ritrovato alla Biblioteca Classense. Si tratta dell’americano Jonathan Safran Foer, autore di “Ogni cosa è illuminata”, “Molto forte, incredibilmente vicino” e “Eccomi”, uno degli autori contemporanei più importanti degli ultimi venti anni”.

 

Più informazioni su