Quantcast

Unione a sostegno delle imprese con finanziamenti agevolati: a disposizione oltre 4 milioni per 87 attività

L’Unione dei Comuni della Bassa Romagna sostiene le attività produttive del territorio con la concessione di finanziamenti agevolati alle imprese. Per agevolare la crescita e lo sviluppo delle attività agricole, industriali, commerciali e artigianali l’Unione ha infatti messo a disposizione delle realtà della Bassa Romagna finanziamenti per oltre 4 milioni di euro, a sostegno delle 87 imprese che ne hanno fatto richiesta.

In particolare, 932.627,90 euro sono stati destinati alle attività agricole, 1.042.883 euro al settore industriale, 1.180.616 euro a quello commerciale e 1.163.743,25 euro alle attività artigianali.

“L’Unione dei Comuni della Bassa Romagna prosegue anche nel nuovo mandato il proprio impegno per lo sviluppo del territorio e delle numerose attività produttive che vi operano – dichiara il presidente dell’Ucbr Davide Ranalli -. I finanziamenti agevolati alle imprese sono infatti un intervento concreto che permetterà di supportare la crescita e lo sviluppo delle attività locali, parte rilevante del nostro tessuto economico”.

Sono state dieci le richieste presentate dalle attività di Alfonsine, per un totale di 667.023 euro. Di queste, tre riguardano il settore industriale, tre quello commerciale e quattro artigianale. Dieci le domande anche per Bagnacavallo, così distribuite: quattro per le attività agricole, cinque per quelle commerciali e una per l’artigianale. Sei ciascuno per Conselice(uno per l’attività agricola, uno per quella commerciale e quattro per l’artigianale) e Cotignola (uno ciascuno per i settori agricoli, industriali e commerciali e tre per quello artigianale).

Ben 19 richieste per Fusignano: sette per attività agricole e altrettante per quelle commerciali, tre per quella industriale e due per l’artigianale. Per il territorio di Lugosono arrivate 22 richieste: nove per il settore commerciale, sei ciascuno per quello agricolo e artigianale e uno per l’industriale. Infine, a Massa Lombarda sono state avanzate 14 richieste, di cui sei per attività artigianali, cinque per quelle commerciali, due per le attività industriali e una per quelle agricole.

A queste si aggiungono le 18 richieste di mutuo pervenute più di recente, per un totale di oltre 900mila euro. Queste sono state ammesse a finanziamento dall’Unione dei Comuni della Bassa Romagna e al momento sono in istruttoria.