Emergenza cimice asiatica. Tavolo Verde provinciale Ravenna: “Attivare azioni concrete e rapide”

L’emergenza cimice asiatica è stata condivisa nell’ambito del Tavolo Verde provinciale di Ravenna, rappresentato da Cia Romagna, Confagricoltura Ravenna, COPAGRI, Coldiretti Ravenna, UGC, AGCI, Confcooperative Ravenna-Rimini e Legacoop Romagna.

Questa emergenza sarà oggetto del documento programmatico che portato all’attenzione di tutte le istituzioni coinvolte, a tutti i livelli, “al fine di affrontare con la maggiore determinazione possibile – si legge nella nota del Tavolo Verde provinciale – la grave situazione che mina la frutticoltura, settore vitale della nostra provincia. Nel documento, in piena sintonia con quanto già avanzato dalle regioni Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Piemonte, Veneto e province autonome di Trento-Bolzano, si richiede di attivare alcune azioni concrete e rapide per salvaguardare una produzione per la nostra provincia a dir poco strategica, che coinvolge migliaia di aziende e di lavoratori.”

“I punti di maggiore interesse – aggiunge – sono il potenziamento della ricerca atta a trovare ogni possibile soluzione a contrasto della diffusione e della permanenza della cimice asiatica, l’utilizzo degli insetti antagonisti, revisione dei disciplinari produttivi, potenziare la difesa fitosanitaria, modifica e finanziamento della Legge 102 sulle calamità per supportare le imprese agricole che hanno subito rilevantissimi danni e perdita del prodotto. Tutte le componenti del Tavolo Verde promuoveranno il documento condiviso in ogni azione o attività che verrà posta in essere”.