Poste Italiane in provincia di Ravenna: interventi nei piccoli comuni, assunzioni di personale e attenzione all’ambiente

Poste Italiane comunica di aver da tempo intrapreso un percorso per integrare la sostenibilità nella propria strategia aziendale, affiancando agli obiettivi operativi e finanziari una chiara visione sulle tematiche ambientali, sociali e di governance.
In particolare nei 4 piccoli comuni della provincia di Ravenna, nei primi 10 mesi del 2019, è stato installato un nuovo Atm Postamat presso l’ufficio postale di Sant’Agata sul Santerno, realizzato un murale sulle pareti dell’ufficio postale di Casola Valsenio, sostituite 3 cassette d’impostazione, un ufficio postale è stato dotato di un nuovo kit di videosorveglianza e in 4 uffici è stato attivato il WiFi gratuito, per un totale di 10 interventi.
Sono numeri che confermano la volontà aziendale di promuovere specifiche iniziative a supporto dello sviluppo del territorio, in coerenza con quanto ribadito dall’Amministratore Delegato, Matteo Del Fante, in occasione dell’incontro con i “Sindaci dei piccoli comuni d’Italia” dello scorso 28 ottobre a Roma.
Quanto alle nuove politiche occupazionali, recentemente Poste Italiane ha previsto un rafforzamento dell’organico attraverso l’assunzione di 57 nuove risorse da distribuire negli uffici postali della regione Emilia-Romagna, di cui 4 in provincia di Ravenna.
Nell’ambito del servizio di recapito, invece, nel Ravennate l’Azienda ha pianificato entro la fine del 2019, la stabilizzazione di 15 risorse (250 in tutta la regione) che contribuiranno alla distribuzione della corrispondenza per i cittadini.
A questo si aggiunge il cosiddetto “Volontariato d’Impresa”, un progetto che conta più di 1.000 dipendenti a livello nazionale (33 in Emilia-Romagna) e che punta a lanciare nuovi progetti di volontariato, potenziare e contribuire a sviluppare la community dei volontari e promuovere iniziative locali a valenza sociale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Gianni C.

    E’ regolare che i postini quando devono recapitare una raccomandata lascino il tagliando, senza suonare il campanello, con l’invito di ritirarla presso l’ufficio postale di competenza previo lunghe attese??.Una volta suonavano al citofono e la consegnavano nelle mani del destinatario. E’ cambiato qualcosa?