Riqualificazione urbana e commercio: alla provincia di Ravenna arrivano 230mila euro

“Il Comune di Conselice si è aggiudicato 112mila euro dalla Regione Emilia-Romagna per il progetto di restyling di via Mameli, a San Patrizio. Risorse importantissime che arrivano grazie al bando previsto dalla legge regionale 41, dedicata alla valorizzazione delle aree commerciali nei centri abitati. Anche ai Comuni di Faenza e Ravenna arrivano risorse: poco meno di 60.000 euro ciascuno, per attività di promozione e valorizzazione dei centri storici. In totale, quindi alla provincia di Ravenna arrivano 230.000 euro” a riportarlo è la consigliera regionale Manuela Rontini.

“La legge 41/97 – ricorda Rontini – nasce proprio per sostenere la rete commerciale dei centri storici dei nostri Comuni, con una programmazione unitaria e condivisa tra Enti pubblici ed esercenti. In questa legislatura, grazie ad una proposta del Pd che ha subito trovato il pieno sostegno della Giunta regionale a partire dall’assessore Andrea Corsini, siamo tornati a finanziare anche gli interventi strutturali per la riqualificazione delle aree pubbliche come piazze, vie dello shopping e zone adibite a mercato. A livello territoriale è prevista una concertazione tra i diversi Enti locali, svolta dalla Provincia, affinché, anno dopo anno, si provveda a selezionare gli interventi più urgenti e interessanti, e a candidarli”.

Quest’anno è stata premiata la proposta di Conselice, che ha presentato un piano complessivo di 160mila euro, ricevendo dalla Regione il 70% delle risorse, per la riqualificazione dell’arredo urbano di via Mameli” spiega la consigliera Pd.

Più nel dettaglio, il progetto prevede la valorizzazione e il miglioramento dell’accessibilità (e quindi dell’attrattività dell’area), mediante un collegamento reale, visivo e sensoriale volto a creare un percorso d’insieme identitario, che parte dal parco pubblico all’ingresso di San Patrizio, passa dalla stazione ferroviaria e giunge sino a piazza Mameli: il tutto attraverso la valorizzazione dei percorsi pedonali, degli spazi verdi e dell’arredo urbano. L’area oggetto di intervento è incentrata in particolare lungo la via Mameli, per il tratto che va dal parco alla Piazza: ovvero il corso principale di San Patrizio, sul quale affacciano le principali attività commerciali, in parte attive ed in parte dismesse.

“Un progetto – conclude Manuela Rontini – fortemente voluto dalla sindaca Paola Pula e da tutta l’Amministrazione comunale, a cui va il mio plauso anche per il percorso partecipativo con cui è stato costruito, che ha saputo coinvolgere commercianti, tecnici ed associazioni attraverso l’organizzazione di assemblee, incontri con i cittadini e la costituzione di gruppi di lavoro per individuare gli interventi prioritari per la comunità sanpatriziese. Un modo innovativo di lavorare e co-progettare, capace di tenere insieme le esigenze del pubblico e degli operatori privati, consentendo di ottenere e realizzare investimenti davvero apprezzati”.