Confronto tra amministrazione e Cna Cervia sulle priorità delle imprese in vista del bilancio 2020

Il gruppo dirigente della CNA cervese ha ribadito che l’Artigianato e la Piccola e Media impresa sono la vera spina dorsale dell’economia locale, in grado di garantire la tenuta del sistema economico e la coesione sociale del territorio e è quindi importante contenere la pressione fiscale sulle imprese.

La CNA ritiene che si debba porre attenzione, attraverso forme di incentivazione mirata, alle attività che operano nel forese, che rappresentano un elemento per mantenere vive le località e una risorsa per valorizzare maggiormente l’entroterra.

Si è, poi, affrontato il tema rifiuti: l’introduzione della raccolta porta a porta porterà un cambiamento epocale e CNA auspica che si possa tradurre in un sistema di tassazione o tariffazione puntuale che premierà le imprese più virtuose nella gestione e smaltimento dei rifiuti indifferenziati e speciali.

Per quanto riguarda il piano degli investimenti 2020, la CNA di Cervia chiede di confermare i progetti e gli investimenti per la riqualificazione di alcune aree della città. In particolare, evidenzia le seguenti esigenze:

•   proseguire con l’opera di riqualificazione dell’area artigianale/industriale di Montaletto, con la definizione di un piano di manutenzioni e la realizzazione di un sistema di segnaletica coordinata e adeguata;

•  progettare e mettere a bilancio risorse per qualificare la zona retrostante gli stabilimenti balneari di Pinarella, a cominciare da un’adeguata illuminazione e dalla sistemazione della sede stradale. Si deve realizzare un collegamento e una integrazione spiaggia/mare con il centro e, nel contempo, fornire risposte anche dal punto di vista della sicurezza;

• completare il sistema di piste ciclabili, in particolare quelle attorno al comparto delle Saline, anche in chiave turistica e completare i lavori dell’asta del porto canale con la sistemazione della sponda sinistra, un’opera fondamentale anche in funzione della riqualificazione del magazzino del Sale Darsena e del completamento del lungo mare di Milano Marittima;

Il vice Sindaco, Gabriele Armuzzi ha assicurato che la tassazione locale rimarrà invariata, salvaguardando nel contempo il mantenimento dei servizi, degli investimenti e delle manutenzioni sul territorio. Nel prossimo triennio si prevedono 33 milioni di investimenti, di cui 16 nel 2020, destinati, fra le altre cose, al completamento del lungo mare di Milano Marittima, alla riqualificazione di Viale Milazzo, al completamento di Viale dei Mille, alla ristrutturazione delle porte Vinciane e alla manutenzione scolastica. Per reperire le risorse necessarie per garantire l’equilibrio finanziario la Giunta ha deciso di intervenire sul piano della sosta.

Enrico Mazzolani, ha confermato una dotazione di 50.000 euro per le manutenzioni dell’area artigianale di Montaletto, a cui si aggiunge anche un incremento degli interventi per la manutenzione del verde. Particolare attenzione verrà data alla progettazione, con destinazione di risorse specifiche per i lungo Mare di Cervia, Pinarella e Tagliata.

Mazzolani ha sottolineato che nei nuovi investimenti sono compresi i percorsi ciclo pedonali, puntando a valorizzare la mobilità slow e ecologica e che entro il 2020 verranno completate le piste ciclabili attorno alle saline.

Infine per quanto riguarda il porto di Cervia si stanno studiando interventi per mettere in sicurezza una criticità emersa durante le ultime mareggiate e si inizia a progettare, anche per trovare le risorse necessarie per la riqualificazione della sponda sinistra.