Quantcast

Oil&gas. Nuove pesanti incertezze sul futuro. Fagnani (IV): bisogna difendere questo comparto

“Sono ore cruciali alla Camera per il settore dell’Oil&Gas che a Ravenna rappresenta una fetta fondamentale del sistema industriale e produttivo”. con queste parole, l’assessore Roberto Fagnani esponente di Italia Viva, ha evidenziato la propria preoccupazione in merito al futuro del comparto.
“Ci auguriamo che gli emendamenti presentati al Decreto Milleproroghe, che avrebbero un impatto devastante sugli investimenti nel comparto, vengano fermati perché significherebbe altrimenti scoraggiare le aziende e mettere a repentaglio il futuro di migliaia di lavoratori e famiglie.

“E’ cronaca recente il licenziamento di numerosi lavoratori da parte di due multinazionali del settore, Weatherford e Schlumberger, così come il rilascio di oltre 2 mila km2 di concessioni da parte delle società operanti nell’oil&gas per effetto degli aumenti dei canoni. – prosegue Fagnani -. E’ evidente che una ulteriore incertezza sul piano delle aree (PITESAI) significherebbe infliggere un colpo mortale all’intero comparto”.

“Non si può affrontare un tema così importante come quello della transizione energetica con un emendamento notturno a un provvedimento qualsiasi – sottolinea Fagnani -. E soprattutto non si può affrontare la transizione energetica senza l’ausilio del gas naturale italiano, risorsa di cui il nostro territorio è ancora particolarmente ricco. Sediamoci, discutiamo e coinvolgiamo i territori e le categorie interessate: ma siamo contrari ai blitz e chiedo a tutti i parlamentari, ai membri del governo e a chi può fare qualcosa, di difendere questo comparto”.

oilegas