PPC Italia di Casola Valsenio cambia nome e diventa Saint-Gobain Italia

PPC Italia S.p.A., la società di Saint-Gobain che opera nel settore delle costruzioni presente a Casola Valsenio (RA) con l’importante stabilimento PPC Gyproc, cambia denominazione sociale e diviene Saint-Gobain Italia S.p.A..

Il nuovo nome è in linea con la strategia volta a rafforzare l’univocità di Saint-Gobain Italia come azienda leader nell’edilizia sostenibile, grazie al grande riconoscimento di cui godono sul mercato i nostri marchi commerciali. Vogliamo instaurare un legame stretto anche con il consumatore finale, che abita gli edifici nei quali vengono impiegate le nostre soluzioni. La nostra missione è creare spazi di eccellenza e migliorare la vita quotidiana. Il nostro obiettivo è che tutti, non solo i professionisti del settore, apprezzino la qualità dei luoghi ottenuta grazie alle soluzioni Saint-Gobain”, spiega Gaetano Terrasini, Amministratore Delegato. Saint-Gobain Italia si propone come polo tecnologico di riferimento per il mercato delle costruzioni, grazie ad un approccio integrato di sistemi e soluzioni multimateriali prodotti per il 90% in Italia, e ad un’attenzione particolare ai temi del comfort termo-acustico, risparmio energetico, sicurezza, estetica e qualità dell’aria. L’80% dei prodotti dell’offerta globale di Saint-Gobain è realizzato con materiali riciclati (fino all’80%).

“L’obiettivo dei nostri edifici Multi Comfort è creare ambienti che rispettino tutti i criteri di sostenibilità, performance e qualità per il benessere di chi abita l’edificio, che sia una casa, un ufficio, un ospedale, una scuola” sottolinea Terrasini.  Ciò si traduce in pochi ma fondamentali concetti-chiave: godere della temperatura ideale, di una buona acustica e di una adeguata quantità di luce, con un’attenzione particolare anche verso l’estetica. Quindi, un giusto mix tra design, tecnologia e sicurezza, in grado di creare ambienti ottimali per vivere, lavorare o studiare. Inoltre, per Saint-Gobain Italia la sostenibilità nasce dalla progettazione e dalla capacità di prevedere e gestire ogni fase di vita dell’edificio, integrando materiali e soluzioni in grado di ridurre al massimo l’impatto ambientale nel tempo e garantire i più alti livelli di comfort abitativo.

Il Gruppo Saint-Gobain è presente in 68 Paesi, occupando circa 180.000 dipendenti, con un fatturato complessivo di 41.8 miliardi di euro nel 2018.                                                                                                                                                                                         Per il settimo anno consecutivo risulta tra le prime 100 realtà più innovative al mondo, secondo la classifica Top 100 Global Innovator di Clarivate Analytics.                                                                                                                                                                                 “Gli investimenti in Ricerca&Sviluppo, con ben 8 Centri nel mondo – scrivono dal Gruppo – e numerose partnership con le più prestigiose Università e laboratori internazionali, consentono infatti un continuo e proficuo percorso di sviluppo tecnologico. Traducendo in cifre questo impegno verso l’innovazione, 1 prodotto su 4 venduto oggi da Saint-Gobain non esisteva 5 anni fa e circa il 30% del fatturato deriva dai sistemi e dalle soluzioni per il risparmio energetico e per la protezione ambientale. In Italia, dove è presente da oltre 130 anni, Saint-Gobain conta 24 siti produttivi dove operano oltre 2.100 dipendenti e realizza 712 milioni di euro di giro d’affari 2018”.