“Agricoltura di precisione: innovazione e sostenibilità ambientale”, convegno nell’ambito di Madra

Più informazioni su

Questa mattina, sabato 22 febbraio, nella Sala del Consiglio comunale di Ravenna in Piazza del Popolo si è svolto l’incontro su “Agricoltura di precisione: innovazione e sostenibilità ambientale”. Sono intervenuti Massimo Cameliani Assessore alle attività produttive del Comune di Ravenna, Giovanni Giambi Direttore generale della cooperativa Agrisfera, Gianfranco Pradolesi Responsabile Ricerca e Sviluppo della cooperativa Terremerse, Gianluca Rossi titolare di Rossi Ortofrutta, Lucilla Danesi Export manager di Geoplant. Ha coordinato il tavolo Nevio Ronconi Responsabile organizzativo di Madra e presidente di Tuttifrutti. Hanno partecipato le classi 5^A e 5^B dell’Istituto Agrario Perdisa, con le professoresse Eleonora Bergozzi, Claudia Carta, Alessia Maiorino, il professore Luca D’Amelio e l’educatrice Elvira Gonzo.

L’introduzione dell’assessore Cameliani si è soffermata sull’importanza di una agricoltura innovativa e rispettosa dell’ambiente, rappresentata da alcune grandi imprese agricole del nostro territorio di rilevanza nazionale e internazionale. L’assessore ha tributato anche un commosso ricordo dell’ex Sindaco Fabrizio Matteucci, salutato da un applauso spontaneo della sala.
In seguito si è passati agli interventi sui temi della giornata: l’agricoltura 4.0 che punta ad un’attività con minor impatto sull’ambiente, meno spreco, più produttività. Anche la crescita dell’agricoltura biologica risponde alle richieste del mercato e alla domanda di qualità e genuinità dei prodotti.
Si è spaziato tra i temi della riduzione dei mezzi, del benessere degli animali, della mappatura dei terreni, dell’irrigazione calibrata, della fertilizzazione e gestione della difesa delle colture. L’attività circolare, dove non esiste rifiuto, ma tutto viene riutilizzato, come ad esempio la produzione di energia con il letame e parte dei raccolti. Ha destato curiosità l’esposizione della coltivazione dell’insalata idroponica, dove l’utilizzo di acqua si riduce tantissimo. Oppure della ricerca e produzione di nuove varietà di fragole.

Rispondendo alle domande di professori e studenti, sono emersi consigli utili per il futuro di studio e formazione professionale dei giovani. Proprio sull’inserimento dei giovani nel settore agricolo è stato posto l’accento in quanto rispondente alle esigenze di una agricoltura sempre più tecnologica. Ma la curiosità e la voglia di apprendere nuove conoscenze in azienda rimangono i pre requisiti per aggiungere alle basi scolastiche quello che serve alla professionalità sul luogo di lavoro.
Inoltre non è vero che la robotizzazione dei cicli produttivi riduce l’occupazione, hanno sottolineato i relatori, ma ne mantiene gli stessi livelli, magari con mansioni diverse e con aumento della produzione e riduzione della stanchezza.
Una nota di colore c’è stata quando una coppia di sposi è entrata in sala per la foto di rito sul balconcino del Comune, accolta dall’applauso divertito degli studenti.

DOMENICA 23 FEBBRAIO CON MADRA

Domani domenica 23 febbraio debutta la XII edizione di MADRA, la mostra-mercato agricolo domenicale di Ravenna che tradizionalmente tiene compagnia ai ravennati e ai visitatori della città sei domeniche all’anno, quattro nel periodo inverno-primavera e due in autunno. MADRA è promossa dalle organizzazioni agricole CIA, Coldiretti, Confagricoltura, Copagri e si svolge nel centro della città sotto i portici di Via Gordini e Via Corrado Ricci (dalle 10 alle 19). Proporranno la loro merce le bancarelle di decine di agricoltori locali con l’esposizione/vendita dei prodotti di stagione. Cittadini, visitatori e turisti si troveranno a passeggiare tra prodotti sani, freschi, buoni, in un vero e proprio percorso enogastronomico alla scoperta dell’arte della campagna nel cuore della città. Percorso che arriva fino alla tavola. Continua, infatti, l’iniziativa “Il buono della terra al ristorante”, che vede coinvolti molti ristoranti del centro i quali propongono una degustazione di piatti preparati con i prodotti di MADRA e vini del territorio. L’organizzazione è di Tuttifrutti, con la compartecipazione del Comune di Ravenna, il patrocinio della Provincia, il contributo della Camera di Commercio e la collaborazione speciale con Slow Food Ravenna.

Più informazioni su